Amazon assume dei robot tagliando costi e fatica

Un team di 15.000 robot da 150 chili ciascuno è entrato in dieci grandi magazzini del colosso statunitense Amazon, iniziando a spostare già dallo scorso Natale quei pesanti scaffali che hanno spesso causato disagi fisici ai dipendenti Amazon. Si tratta di efficienti droni arancioni e dalla forma tondeggiante, di scatole intelligenti con le ruote che tolgono fatica ai lavoratori fino a 340 chili di peso, tagliando inoltre i costi di logistica per un risparmio che sembra toccare i 500 milioni di dollari.
Le unità robotiche portatrici, almeno in apparenza, di una proficua collaborazione tra uomini e macchine, sono visibili all'opera in un video diffuso online da Amazon stessa, con probabili retroscena commerciali.

Se in alcune circostanze le innovazioni tecnologiche volte a sostituire il lavoro umano ci lasciano con un recondito senso di inquietudine, derivante dalla visione di un ipotetico futuro alla Matrix dove le macchine domineranno sull’uomo, non si può dire altrettanto del caso Amazon, dove un un’innovativa automazione del lavoro ha portato con sé molto di positivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here