Avvolgibili e contenitori crescono nel servizio

I MERCATI – Un mercato caratterizzato da ampi spazi per l'introduzione di soluzioni innovative. Per modificare un trendnel complesso stabile (da MARKUP 212)

Per l'articolo completo scaricare il Pdf

La ragione d'essere del mercato è il contenuto di servizio, una delle caratteristiche principali l'elevata concentrazione dell'offerta: i primi due player e gli store brand sviluppano nella Gda il 93% del valore. Non sono considerati i sacchi nettezza che meritano tuttavia un cenno perché inglobandoli nel mercato totale (che comprende oltre ai sacchi, avvolgibili e contenitori food, custodie) rappresentano nella Gda una quota di oltre il 31% in valore. Con l'abolizione degli shopper, il sacco della spazzatura per antonomasia degli italiani, questo segmento ha avuto un impulso enorme, tanto da crescere l'anno scorso del 23%; inoltre, per diversi motivi è storicamente gestito nella Gda dalle stesse aziende che trattano avvolgibili e contenitori per alimenti. L'altra parte del mercato, quella che ha per funzione d'uso la conservazione e preparazione degli alimenti, risulta nel complesso stabile in valore nel canale drug a tutto maggio 2012 e con una leggera flessione in volume per quasi tutti i segmenti (calo intorno all'1,7% per sacchetti, alluminio e vaschette, e dello 0,4% per la pellicola). L'unico segmento a crescere in modo significativo è stato quello della carta forno (+6%), se si esclude il boom di nicchie in forte sviluppo come i sacchetti cottura (oltre il 90% di incremento in volume) e per il trasporto surgelati.

Tra marca e store brand
L'innovazione e la segmentazione mirata dell'offerta caratterizzano i primi due player del mercato. Il leader Cuki Cofresco è presente nel largo consumo con i marchi Cuki e Domopak e con i marchi Cuki Professional ed Europack nel settore professional (nel 2010 ha rappresentato il 39,2 su un fatturato di 170,9 milioni di euro). È anche operativa nel settore dei prodotti per la casa con i brand Domopak Living (prodotti per la cura degli oggetti di casa) e Domopak Spazzy (sacchi per la nettezza). Si è strategicamente focalizzata sullo sviluppo e la produzione di pack e contenitori per il corretto mantenimento, trasporto e preparazione dei cibi. In questo campo la leva dell'innovazione è fondamentale. Per esempio nel mercato delle vaschette l'offerta di contenitori in alluminio si è appiattita su forme simili e per un brand premium come Cuki diventa essenziale acquisire elementi distintivi (innovazione tecnologica) e farli percepire al consumatore (comunicazione). Proprio per questo Cuki, affidandosi a Giugiaro Design, ha affrontato una re-ingegnerizzazione completa delle vaschette partendo da studi e test relativi a consumatore e design; l'innovazione si baserà sull'utilizzo di stampi "Smoothwall" (alluminio liscio senza grinze) in grado di rendere la vaschetta più elegante e resistente rispetto alle attuali; l'introduzione delle maniglie consente inoltre una miglior presa e di rinforzare la tenuta globale alle torsioni laterali. Cuki Cofresco lavora anche sull'ottimizzazione del packaging: tra le iniziative "anti-spreco" rientrano le nuove confezioni di pellicola Cuki e Domopack e le confezioni del rotolo di alluminio che registrano il 25% di peso in meno rispetto ad astucci standard.
Le tematiche ambientali hanno un impatto rilevante, visto che si tratta di una categoria usa e getta; sotto questo profilo è di rilievo il contratto concluso da Cuki Cofresco con Iren per l'acquisto di energia da fonti rinnovabili, che sarà impiegata per il processo di taglio-saldatura-confezionamento della linea Cuki Gelo Più (sacchetti freezer). Comset, con il brand Frio e con altri due marchi per la gestione di situazioni che richiedano prodotti diversi o di Primo Prezzo (Quik e House's) oltre al marchio Compak per il canale professionale, è l'altro grande player di marca. Comset, che fa parte del Gruppo francese Spere, ha incrementato negli ultimi anni la propria quota nel mercato e nella mission di base vi è la fornitura di prodotti a marchio per la maggior parte delle catene italiane. Anche per Comset l'innovazione è importante. Una novità, non tanto per il mercato ma per il marchio Frio, sono i sacchetti cottura, un segmento sviluppato grazie agli investimenti in comunicazione di aziende che promuovono la cottura dietetica al forno (un esempio è Saccoccio Buitoni). Un prodotto innovativo di Frio è Carta Fritti, grazie all'utilizzo di un materiale più assorbente e resistente, mentre sono in fase di lancio le forme in carta forno per il forno tradizionale e microonde, che si inseriscono in un mercato in crescita come quello della carta forno (+8% in valore nella Gda a tutto maggio 2012). Comset è attiva anche sul fronte ambiente con le innovative vaschette in cartoncino con coperchio biodegradabile e compostabili per forno tradizionale, microonde e congelatore.

     
 

Moltiplicare funzioni e modi d'uso
• Nella pellicola crescono i metri della tipologia per microonde (+4,5%), peraltro stabile in valore, una nicchia che incide per quasi il 4% in volume.
• Il 97,5% dei sacchetti ha come destinazione d'uso la congelazione. Le altre tipologie sono per i cubetti di ghiaccio, alimenti frigo (tipo Cuki Lampoclick e Cuki Verdefresco-sacchetti microforati per verdure) e sacchetti cottura.
• Trend uniformi nel numero di vaschette vendute per tipologia (99% alluminio, 1% carta) mentre quelle con coperchio (il 40%) sono stabili rispetto a una flessione del 3% di quelle senza coperchio. Negli anni le vaschette hanno avuto comunque una crescita significativa.
• La pressione promozionale è più contenuta rispetto alla maggior parte dei mercati food: nel caso di avvolgibili per alimenti e vaschette/sacchetti riguarda nel complesso poco più di un quinto delle vendite in valore con i marchi leader sopra la media del mercato.

 
     


A Pescara i display condizionati dagli store brand che variano dal 26,8% in Coal al 52,9% in Simply

L a profondità media negli ipermercati e supermercati della piazza di Pescara con 58,4 referenze per punto di vendita è leggermente superiore alla media nazionale. Anche se le grandi superfici espongono in media circa il 52% in più di referenze rispetto ai supermercati (76,7 contro 50,6 mentre i discount hanno in media 13,3 referenze), alcuni di questi ultimi hanno un assortimento veramente profondo e comunque tutte le insegne presentano un display completo dal punto di vista della segmentazione. I prodotti basic (vaschette, sacchetti, sacchetti per ghiaccio, rotoli in alluminio, pellicola, carta forno) hanno una penetrazione capillare, viceversa tipologie con funzione d'uso più mirata o caratteristiche particolari non sono presenti in tutte le insegne: per esempio pellicola per microonde, carta fritti e sacchetti forno si trovano in 6 insegne, carta frigo e pellicola no PVC in 4. In linea generale gli ipermercati hanno in assortimento un maggior numero di tipologie specifiche ma ad essi si allineano sotto questo aspetto alcuni supermercati come Oasi e Maxi Tigre. Tenendo conto anche dei discount, su tutte le referenze rilevate sulla piazza le vaschette hanno il 37,2%, seguono i sacchetti con il 20,1%, quindi rotoli alluminio (13,8%), pellicola (12,4%), carta forno (8,5%), sacchetti ghiaccio (2,7%), pellicola microonde (1,4%), carta fritti (1,3%). La quota restante è suddivisa tra altre tipologie minori (sacchetti forno, carta frigo, carta alluminio ecc.).

Leader e store brand
Le insegne non fanno molta fatica a struttura gli assortimenti, basati in modo uniforme sulle marche leader e gli store brand. Comprendendo anche i discount Cuki è il brand con la penetrazione maggiore (11 insegne su 14) seguito da Frio (10 insegne). Limitando l'osservazione a ipermercati e supermercati Cuki nelle varie declinazioni ha una presenza capillare mentre Frio e Domopak si trovano in 9 insegne su 10. A seguire i brand più presenti sono Rapid (5 pdv), Virosac e Quik (3 pdv). I primi 3 brand del mercato e gli store brand hanno un peso preponderante in tutte le insegne (tra l'88% e il 100%) con l'eccezione di Sisa dove rappresentano il 55% delle referenze e parzialmente di Coal dove hanno il 73,2%. Sul totale referenze rilevate in ipermercati e supermercati Cuki totalizza il 26,9%, Frio il 19,9%, Domopak il 5,5%. Altri brand con una quota visibile sono Rapid (2,9%), Presto Fatto (2,6%), Ottimo (1,9%), Virosac (1,2%), Quik (1%). Gli store brand rappresentano nel complesso il 36,5% delle referenze esposte.

     
 

Margini nella media
La categoria degli avvolgenti e contenitori per alimenti offre alla distribuzione un margine che per le principali marche si colloca intorno al 15% del prezzo al consumo. Il mark up è più elevato per gli store brand.

 
     

Il posizionamento delle marche del distributore
“L'articolo prosegue nel Pdf”

Una categoria standardizzata nelle superfici di vendita
“L'articolo prosegue nel Pdf”

Un nuovo stile di consumo che ottimizza le preparazioni
“L'articolo prosegue nel Pdf”

Il profilo del consumatore
“L'articolo prosegue nel Pdf”

Allegati

212_Avvolgibili-Contenitori

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here