Campari chiude il 2017 in crescita

Per il gruppo aumentano sia le vendite che l'utile netto. Ecco tutti i numeri

Nel 2017 Gruppo Campari ha messo a segno una crescita significativa per i principali indicatori di performance. Un risultato che, secondo il Ceo Bob Kunze-Concewitz "riflette una delivery strategica coerente, ottenuta grazie un approccio focalizzato e disciplinato alla sua esecuzione".

Il CdA di Davide Campari-Milano Spa ha approvato il progetto di bilancio di esercizio e il bilancio consolidato al 31 dicembre 2017. Ecco i principali risultati per punti:

  • Vendite pari a 1.816,0 milioni di euro, +5,2% variazione totale: solida crescita organica del +6,3%, parzialmente compensata dagli effetti cambi e perimetro.
  • La solida crescita organica delle vendite, grazie al continuo miglioramento del mix delle vendite trainato dai brand chiave a priorità globale e regionale nei principali mercati, ha generato una sostenuta espansione organica del margine lordo pari a +120 punti base.
  • Ebit rettificato pari a 380,5 milioni di euro. Crescita organica del +8,7%, superiore alla crescita delle vendite, ha più che compensato i re-investimenti di profittabilità in attività di brand building e potenziamento distributivo: espansione organica della marginalità operativa di +50 punti base.
  • Utile netto rettificato pari a 233,4 milioni di euro (+17,5%). Utile netto del gruppo pari a 356,4 milioni di euro, +114,3%.
  • Debito finanziario netto a 981,5 milioni di euro al 31 dicembre 2017, grazie alla sostenuta generazione di cassa (free cash flow, rettificato di tutte le componenti di natura non ricorrente, pari a 249,7 milioni di euro) e dopo la cessione di asset non strategici, al netto dell’acquisizione di Bulldog, il pagamento del dividendo, le operazioni di liability management e l’acquisto di azioni proprie. Il debito finanziario netto esclude i proventi dalla cessione del business Lemonsoda, al netto dell’acquisizione di Bisquit, entrambe perfezionate a gennaio 2018.
  • Dividendo annuale proposto per l’esercizio 2017 in aumento del +11,1%, pari a 0,05 euro per azione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome