Groupe Carrefour comunica i risultati del 1° semestre 2017: vendite +6,2% a cambi correnti, ma non migliora la redditività; il risultato operativo corrente diminuisce del 12,1%. Il risultato netto cala del 34% a cambi costanti

Carrefour, inteso come gruppo distributivo mondiale, chiude il primo semestre 2017 con vendite nette a +6,2%, che ammontano 38,5 miliardi di euro, combinando una buona performance sul perimetro omogeneo (comparabile) con gli effetti dello sviluppo, che si concreta con l'apertura di 352 punti di vendita, dei quali 290 nella prossimità, principalmente in Europa.
Rientra nelle operazioni positive anche la riuscita integrazione della rete Eroski in Spagna e Billa in Romania.

Roc a -12,1%
Sul fronte redditività le cose vanno meno bene: il Roc (Risultato operativo corrente) di 621 milioni di euro è in caduta (-12,1%, a cambi correnti), con un margine operativo dell'1,6%, caduta dovuta soprattutto, e in estrema sintesi, a due fattori:
- a un calo del margine operativo in Francia di 70 punti base, riflesso di un mercato fortemente concorrenziale e sottoposto a pressione promozionale, ma anche a un aumento delle perdite legate ai punti di vendita ex Dia;
- a un aumento delle perdite in Argentina, dove la ripresa economica si fa desiderare.

Per commentare la tabella qui sopra, diciamo che il giro d'affari lordo (TTC=Tout taxes compris) del gruppo distributivo nel primo semestre (S1) 2017 si assesta su 43 miliardi di euro (43.053 milioni, per l'esattezza), con incremento a cambi correnti del 6,2%.
L'effetto cambi nel periodo in questione è favorevole (+2,8%), così come quello dei prezzi dei carburanti (+0,5%).
Alla crescita organica (+2,6%) contribuiscono i paesi emergenti con un tasso di sviluppo complessivo del 6,4%, nonostante il ridimensionamento dell'inflazione in diversi mercati. La progressione in Europa, Francia inclusa, è del +1,1%.
Nel solo secondo trimestre, le vendite di Carrefour segnano +6,1% in totale, e +2,8% a perimetro comparabile.

Nel primo semestre 2017, e sempre a livello di gruppo, la Francia registra una crescita delle vendite pari a +0,8% (+1,9% a perimetro comparabile). Negli "altri paesi europei" gli incrementi sono assai più consistenti: +8,6% e +3,4% a perimetro comparabile.

In Italia le vendite (2.719 milioni di euro) aumentano dell'1,6% a rete comparabile: il nostro è uno dei paesi che va meglio per Carrefour in ambito europeo, anche se la Spagna ci batte per soli 40 bp in termini di crescita organica.

VENDITE TTC Var.% totale a cambi correnti con carburante Var.% a perimetro comparabile*

(no carburanti, no calendario)

Var.% organica**

(no carburanti, no calendario)

FRANCIA 19.348 +0,8 +1,3 +0,1
Ipermercati 9.859 +0,0 -0,5 -1,0
Supermercati 6.333 +0,3 +2,0 +0,0
Prossimità(altri formati) 3.156 +4,2 +5,6 +3,9
ALTRI PAESI EUROPEI 11.163 +6,1 +2,2 +2,8
Spagna 4.413 +6,9 +1,5 +2,0
Italia 2.719 +2,0 +2,7 +1,6
Belgio 2.127 -0,3 +0,3 +0,1
AMERICA LATINA 9.057 +25,2 +7,3 +11,3
Brasile 7.305 +30,0 +5,0 +9,9
ASIA 3.485 -3,3 -4,3 -2,9
Cina 2.482 -8,4 -6,0 -5,1
TOTALE INTERNAZIONALE 23.705 +11,0 +2,8 +4,6
TOTALE GRUPPO 43.053 +6,2 +2,1 +2,6

* La crescita a perimetro comparabile equivale alle vendite generate dai negozi aperti da almeno 12 mesi, escluse chiusure temporanee. Si intende a cambi costanti.
** La crescita organica equivale alla crescita a perimetro comparabile + aperture nette negli ultimi 12 mesi, incluse le chiusure temporanee. Si intende a cambi costanti.

Per la fine del 2017 il giro d'affari del gruppo è stimato in crescita, a cambi costanti, compresa fra 2% e 4%. A cambi correnti, la variazione del Roc 2017 rispetto al 2016 non dovrebbe discotarsi molto dalla cifra registrata nel primo semestre.

PICCOLO GLOSSARIO
ROC: il risultato operativo corrente corrisponde al margine delle attività correnti cui vanno sottratti le spese generali, gli ammortamenti e gli accantonamenti.

EBITDA: il risultato operativo corrente prima degli ammortamenti esclude gli ammortamenti logistici contabilizzati nei prezzi di vendita e/o di cessione, e anche i prodotti e le spese non correnti. Questi ultimi includono fattori significativi ma non abituali come il deprezzamento degli attivi, i costi di ristrutturazione o altri elementi di rivalutazione straordinaria.

CASH FLOW LIBERO: saldo netto dell'autofinanziamento prima dei costo di indebitamento finanziario netto, e del fabbisogno in termini di capex.

CRESCITA A PERIMETRO COMPARABILE: vendite generate dai negozi aperti almeno da 12 mesi, escluse chiusure temporanee. Si intende a cambi costanti.

CRESCITA ORGANICA: equivale alla crescita a perimetro comparabile + aperture nette negli ultimi 12 mesi, incluse le chiusure temporanee. Si intende a cambi costanti.

EBIT: è l'utile precedente all'utile netto, quindi comprensivo di interessi e tasse.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here