Carrefour si dota di un Comitato d’orientamento alimentare

il centro commerciale Carrefour a Burolo, vicino a Ivrea (To)
Composto da sette membri esterni dal profilo multidisciplinari, il Comitato accompagna l'ambizione del retailer di diventare leader mondiale nella transizione alimentare

L'esecuzione del piano «Carrefour 2022» e dei suoi 3 punti cardine continua anche nella seconda metà del 2018. L'ultimo step in tal senso è la costituzione di un Comitato d'orientamento alimentare presieduto da Laurent Vallée, già segretario generale del Gruppo Carrefour.

Il Comitato, che si riunirà per la prima volta ad ottobre, nasce in risposta all'obiettivo del retailer di diventare leader globale nella transizione alimentare, ambizione già perseguita con il lancio della prima blockchain per la linea di prodotto pollame. Formato da 7 membri esterni di provenienza multidisciplinare e legati in modi diversi al mondo del food, il nuovo team condividerà buone pratiche, collaborerà a progetti e offrirà nuovi spunti sul tema.

I 7 membri del Comitato sono: Lucie Basch, fondatrice della start-up Too Good To Go; Myriam Bouré, cofondatrice di Open Food; Emmanuel Faber, Ceo di Danone; Jean Imbert, noto chef impegnato nella trasformazione della cultura alimentare francese; François Mandin, agricoltore attivo nella difesa del suolo; Caroline Robert, capo dipartimento presso l'Istituto di ricerca oncologica Gustave Roussy; Maxime de Rostolan, fondatore di Fermes d'Avenir e Blue Bees.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome