Centri commerciali Usa sul viale del tramonto

I tipici centri commerciali Usa, i cosiddetti “shopping mall”, sembrano percorrere lentamente il viale del tramonto, sulla scia di un fenomeno ancora agli albori ma crescente, che vede il 15% degli stessi sempre più deserti e a rischio chiusura. Tuttavia, come riportato da Repubblica, non si tratta questa volta di un problema legato al calo dei consumi, che negli Stati Uniti sono in ripresa, o di una diretta conseguenza dell’aumento dell’e-commerce. L’arretramento dei tradizionali centri commerciali affonda le sue radici direttamente nel tessuto sociale americano, sempre più caratterizzato da un divario tra ricchi e poveri, che orientano le loro preferenze di consumo rispettivamente verso negozi e catene chic, oppure discount più economici. È il modello del centro commerciale in sé ad essere messo dunque in discussione, poiché tradizionalmente caratterizzato da catene distributive come Sears, che si rivolgono a quella fascia media statunitense oggi sempre meno popolosa.
In quanto parte integrante della storia sociale e culturale Usa, gli shopping mall deceduti vengono progressivamente elencati perfino da un apposito sito web nato ad hoc con l’eloquente denominazione www.deadmalls.com.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here