Con la nuova app Notify Nearby i brand parlano a consumatori interessati

Riuscire ad inviare un messaggio a chiunque, anche al più remoto e reticente dei consumatori, oggi non è più questa gran sfida per i brand. Complice una tecnologia sempre più utilizzata ed evoluta, a partire da quella beacon, raggiungere gli utenti sui loro dispositivi attraverso la rete non è poi tanto complesso. Quello che comunicazione e marketing devono allora sviluppare è la capacità di parlare in modo mirato all’utente, inviando contenuti rilevanti e personalizzati, fondati sui reali interessi di quest’ultimo e sulla loro localizzazione spazio-temporale.

notify nearby app 2Proprio con l’intento di rispondere a questa esigenza, Notify Nearby ha lanciato una nuova applicazione per iPhone, presto disponibile anche per Android, che consente ai brand del comparto fashion di condividere offerte, promozioni, nuovi lanci di prodotto e messaggi vari direttamente sullo smartphone di consumatori ricettivi e sensibili, che si trovano nei pressi dei loro punti di vendita.

A garantire l’interesse del destinatario è il funzionamento stesso dell’applicazione, che una volta scaricata invita l’utente a scegliere quali marchi seguire, in modo che solo questi ultimi possano inviargli notifiche e avvisi quando si trova in posizione geografica favorevole. Sono oltre 60 i retailer partner che ad oggi hanno aderito all'iniziativa, tra questi anche DKNY, Saks Fifth Avenue, Levi's e Tory Burch.

Si tratta di un semplice ma fondamentale balzo avanti per un content marketing in tempo reale, capace di intercettare il potenziale dell’acquisto di impulso e di uno shopping situato. Uno step sostanzialmente obbligatorio, data la tendenza dei consumatori a disinstallare o bloccare tutto ciò che viene percepito come rumore di fondo e disturbo poco utile.

L’idea di un’app così concepita è nata al co-fondatore e Ceo di Notify Nearby, Nevin Jethmalani, proprio a seguito di una simile esperienza di notifica sgradita ricevuta sullo smartphone mentre stava guidando verso casa di un amico.

Non a caso, tra le 10 linee guida per la comunicazione nel 2016, vi sono la necessità di una maggiore componente di servizio e la ricerca di nuove formule di advertising spinte dalla tecnologia programmatica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here