DeA Capital Real Estate entra nella sanità con Fondo Tessalo

DeA Capital Real Estate Sgr entra nel settore sanitario con un Fondo (Fondo Tessalo) nel quale confluiscono 6 fra le più importanti strutture sanitarie nazionali, 4 a Roma e 2 a Fiuggi

In linea con le più aggiornate tendenze nel campo degli investimenti immobiliari, la Sgr DeA Capital Real Estate ha creato Fondo Tessalo, un fondo di investimento alternativo immobiliare, riservato ad investitori professionali, interamente dedicato al settore della sanità. Il patrimonio del nuovo fondo è di oltre 200 milioni di euro, uno dei più grandi nel settore. Con questa operazione DeA Capital Real Estate Sgr entra nel settore dell'immobiliare a destinazione sanitaria-assistenziale, confermando il suo orientamento alla diversificazione di prodotto alla ricerca di asset class innovative per l’industria dei fondi immobiliari italiani.

Nel Fondo sono confluite 6 strutture, delle quali 4 a Roma e 2 a Fiuggi, tutte appartenenti a Gruppo Eurosanità SpA, che rimarrà anche il conduttore di tutti i complessi immobiliari.

Il portafoglio immobiliare comprende cliniche, case di cura, ospedali privati o convenzionati con enti pubblici e privati, Rsa (Residenza sanitaria assistenziale), centri di ricerca, laboratori di analisi e centri di radiologia e fisioterapia, per complessivi 500 posti letto.

Ecco, nel dettaglio, le 6 strutture ospedaliere che compongono il portafoglio immobiliare del Fondo:
- Clinica Quisisana, via Gian Giacomo Porro 5, Roma. Una delle case di cura più note della Capitale, composta da due edifici, situata su un’area di circa 16.000 mq nel quartiere Parioli, con 82 posti letto e 66 camere. È dotata anche di un reparto di terapia intensiva e di una unità coronarica.
- Casa di cura Villa Stuart, via Trionfale 5952, Roma. Struttura polispecialistica su un’area di circa 90.000 mq, all’interno della riserva naturale di Monte Mario. È punto di riferimento delle principali federazioni sportive italiane, centro medico Fifa e centro mondiale per la medicina dello sport. Oltre al reparto di ortopedia, ha 6 sale operatorie, 50 posti letto, servizio di aeroambulanza ed elitaxi.
-Policlinico Casilino, via Casilina, 1049 Roma. Presidio ospedaliero DEA di primo livello nei pressi dei quartieri Torre Maura e Torre Spaccata. Ha circa 230 posti letto con reparti di cardiologia, chirurgia, day surgery, multispecialistico, terapia intensiva, cardiologia, maternità e neonatale.
Il complesso immobiliare è composto da 4 edifici con dipartimento d’emergenza e accettazione, oggi il principale di Roma. Il Pronto soccorso del Policlinico Casilino è il più grande del Lazio, con 80.000 accessi l’anno.
-Unità Trattamento Fertilità, via Federico Calabresi, Roma. Svolge attività di sostegno del vicino Policlinico Casilino: è composta da un edificio con tre piani più due interrati, e dotata di un reparto di procreazione medica assistita.
-RSA Santa Elisabetta I, via Guglielmo Marconi, Fiuggi. Questa Rsa (Residenza sanitaria assistenziale) accoglie fino a 40 pazienti, appartenenti all'area della senescenza e della disabilità. Si estende su un’area di circa 2.400 mq caratterizzata da turismo termale.
 -RSA Santa Elisabetta II, via Vecchia Fiuggi, 209, Fiuggi. Residenza sanitaria assistenziale con 115 posti letto, dei quali 95 adibiti ad RSA e 20 per day hospital.

Gruppo Eurosanità, conduttore delle strutture citate, è stato assistito per gli aspetti finanziari e di strutturazione da David Caviglia e Maria Saporito di Leonardo & Co./Houlihan Lokey e dallo Studio Signori; per gli aspetti legali, dagli avvocati Maurizio Martinetti ed Edoardo Fratini dello studio MGM.

No items found

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome