Etichette di tendenza per la cura della persona

La copertina dell'Osservatorio Immagino di GS1 Italy e Nielsen
La copertina dell'Osservatorio Immagino di GS1 Italy e Nielsen

L'Osservatorio Immagino, lo strumento creato da Gs1 e Nielsen che analizza e monitora i fenomeni di cosnumo analizzando le etichette dei prodotti in vendita, si è concentrato sulla cura della persona. "Osservando" oltre 9.700 etichette di altrettanti prodotti ha colto le chiavi dell'innovazione nel settore. Ed è un'innovazione trasversale che nasce nell'alimentare.

Cura della persona, l'ingredientistica

Nel settore cura della persona le tendenze si muovono in una zona che interseca il territorio del food a quello del non food. I concetti ispiratori secondo l'Osservatorio Immagino sono la naturalità e l'assenza di chimica invasiva. Nell'alimentare si direbbe "free from" e "green", per la cura persona il concetto è rich-in. Da qui la popolarità di etichette che contengono le parole burro di karitè o olio di argan, che evocano un contesto esotico e voluttuoso.

Nella cura della persona le tendenze in atto non possono prescindere dai risultati, l'eficacia del prodotto. Ecco quindi le etichette con ingredienti quali l'acido ialuronico: in un anno questi prodotti sono cresciuti quasi del 25%. Le vendite confermano la lettura: nel 2016 gli italiani hanno acquistato l'11,3% in più di prodotti naturali contenenti betacarotene, un giro d'affari di quasi 9 mio euro. In crescita del 4,7% i prodotti che contengono soia, 55 mio euro di vendite, olio di cocco +4,7% pari a 34 milioni di euro di vedite,e edstratto di calendula, 21,5 mio euro le vendite in crescita del 3,6%.

Marco Cuppini, esearch and communication director di GS1 Italy
Marco Cuppini, esearch and communication director di GS1 Italy

"Oggi il fattore che influenza maggiormente il processo di acquisto nel personal care è la ricerca della naturalità -afferma Marco Cuppini, research and communication director di Gs1 Italy-, elemento che si rispecchia anche nei claim utilizzati in etichetta da questi prodotti"

L'indicazione in etichetta

Quali sono secondo i dati dell'Osservatorio le indicazioni più frequenti per i prodotti per la cura della persona? La più diffusa è "dermatologicamente testato", sul 22% dei prodotti censiti, pari al 13,8% del personal care in totale. Non è una novità, e infatti anche se rasscura rispetto alle allergie viene superato da argomenti più attuali, ed è in calo del 2,3% nelle vendite 2016 rispetto al 2015.

Cresce del 9,1% il claim "senza parabeni", presente sull'8% dei prodotti in vendita nella distribuzione moderna, e vale il 5% delle vendite complessive dei prodotti per la cura della persona. I clienti sono evidentemente più informati e non si accontentano di indicazioni generiche, ricercano l'ingrediente specifico.

In crescita i prodotti arricchiti con olio di argan, +2,6%, e quelli a base di avena, +39,1%, nicchia in forte crescita e best performer 2016 secondo l'Osservatorio. In salita le vendite di prodotti per la cura della persona che vantano in etichetta l'origine italiana, pari al del 14,8% del totale dei prodotti censiti, con l'indicazione "prodotto in Italia". Genera il 9,4% delle vendite complessive, ed è cresciuto del 4,2% nel 2016.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here