F.lli Polli ottiene la certificazione Dolphin Safe

F.lli Polli 4e4 Orto
4e4 Orto

L'Italia è uno dei mercati europei più grandi per il consumo di tonno, secondo Greenpeace ogni anno mangiamo 144 mila tonnellate di questo alimento, e l'Italia è anche il secondo più grande produttore, con un giro d'affari di oltre un miliardo di euro. In questo mercato F.lli Polli si inserisce in parte, poiché in alcune ricette delle proprie conserve e condimenti utilizza come ingrediente il tonno, e ha scelto di assecondare il desiderio dei consumatori sempre più orientati ai temi del rispetto dell'ambiente, ottenendo la certificazione Dolphin Safe per il tonno impiegato. In questo modo si garantisce un pesce proveniente da una pesca sostenibile che risparmia i cetacei, fra cui appunto i delfini, spesso inutilmente uccisi quando vengono utilizzati sistemi di pesca d'altura intensiva o usando Fad, fish aggregation devices.

F.lli Polli 4e4 Orto
4e4 Orto

"Attraverso l'introduzione del marchio Dolphin Safe sulle etichette dei nostri prodotti abbiamo voluto dare un segnale di attenzione - ha dichiarato Gérard Franzin, direttore marketing di F.lli Polli - non solo verso l'ambiente e la fauna che lo abita, ma anche verso i consumatori più attenti ai temi etici della sostenibilità. Una scelta che assieme a quella dell'introduzione della certificazione Bio e di quella VeganOK per alcuni dei nostri nuovi prodotti come 4e4 Orto, vuole essere d'esempio per tutto il mercato agroalimentare italiano e internazionale".

Il programma di difesa dei delfini è nato a San Francisco, California, nel 1980 grazie alla Ong Earth Island Institute's International, e vi aderiscono, oltre a F.lli Polli, molte aziende tra cui Giacinto Callipo, Rizzoli Emanuelli, Purina, Schesir e Monge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here