Federdistribuzione: in lieve miglioramento il trend degli alimentari

federdistribuzione

cobolli-gigli-federdistribuzioneI dati Istat sul commercio al dettaglio relativi al mese di agosto 2017 registrano -0,5% rispetto ad agosto 2016 nelle vendite a valore, con l’alimentare al +0,8% e il non alimentare al -1,5%. Dall’inizio dell’anno l’Istat evidenzia una variazione pari allo 0,0% a valore e al -0,7% a volume.

“Anche ad agosto siamo di fronte a un segnale di debolezza nella dinamica delle vendite al dettaglio, che nell’arco di tutto l’anno stanno mostrando uno sviluppo altalenante, a testimonianza della fragilità della crescita dei consumi che ancora caratterizza questa fase economica del paese" - dichiara Giovanni Cobolli Gigli presidente di Federdistribuzione.

"Qualche segnale positivo proviene dai consumi alimentari, in crescita da aprile 2017 – continua Cobolli Gigli. L’alimentazione sta assumendo un ruolo sempre più rilevante negli stili di vita degli italiani, con connotazione salutistiche, qualitative e di genuinità. La distribuzione è stata capace di intercettare questi nuovi bisogni, adattando le proprie politiche assortimentali e commerciali e il consumatore ha risposto positivamente. Anche le informazioni più aggiornate per il mese di settembre sembrano confermare questa tendenza, facendo così ipotizzare un parziale consolidamento del trend positivo, dovuto a questo incrocio virtuoso tra domanda e offerta”.

“Più preoccupante invece l’evoluzione delle vendite di prodotti non alimentari, che permangono in terreno negativo dall’inizio dell’anno, scontando l’orientamento dei consumatori verso l’acquisto di altre tipologie di beni e servizi e la volontà di ricostituire lo stock di risparmio eroso dalla crisi" conclude il presidente di Federdistribuzione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here