Gli ambasciatori dell’eccellenza Italiana

Gli chef Niko Romito e Massimiliano Alajmo (nella foto), l’architetto Mario Belllini sono stati nominati da Altagamma ambasciatori Italiani dell’eccellenza creativa ed entrano a far parte dell’Altagamma Honorary Council, l’organismo che dal 2002 riunisce società e istituzioni  nazionali e internazionali che contribuiscono alla promozione della cultura italiana dell’eccellenza e dell’Italian Lifestyle nel mondo.

I Territori eccellenti
Il Council ora prevede  una nuova categoria di soggetti italiani di eccellenza. Sono gli enti che rappresentano i Territori italiani ad alta vocazione turistica e che sono veri e propri brand riconosciuti universalmente.
Si tratta di Consorzio Cortina Turismo, Consorzio Costa Smeralda e Fondazione Capri. I Territori di eccellenza rivestono una particolare importanza concreta e simbolica per Altagamma, che vede l’unicità italiana nell’intreccio delle qualità tangibili e intangibili che sono proprie di realtà diverse, dalla manifattura alla cultura, dalla natura ai servizi, all’ospitalità, soprattutto in un periodo storico che vede affermarsi il cosiddetto Lusso Esperienziale. Il turismo –  con i suoi luoghi iconici -  rappresenta un veicolo eccezionale delle variegate eccellenze del nostro Paese. I Territori di Eccellenza sono quindi a tutti gli effetti ambasciatori del migliore Stile di Vita Italiano.

La cerimonia
L'investitura ufficiale  - presieduta da Andrea Illy con il coinvolgimento dei Vice Presidenti Claudio Luti (Kartell), Paolo Zegna (Ermenegildo Zegna), Matteo Lunelli (Cantine Ferrari) e Armando Branchini  - è avvenuta nel corso della Quarta Giornata Altagamma che si è svolta Giovedì 20 Novembre a Roma  alla presenza dei soci Altagamma, ospiti dell’Hotel de Russie. Per Consorzio Cortina Turismo ha ricevuto l’onorificenza il Presidente Stefano Illing, per Consorzio Costa Smeralda il Direttore Salvo Manca e per Fondazione Capri il coordinatore Alessandro Bianchi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here