Graduale ripresa per l’Italia trainata dai beni durevoli

La spesa delle famiglie italiane è in graduale crescita. Ad affermarlo è l’Osservatorio Findomestic Banca 2016 che registra una ripresa che interesserà tutti i comparti, ma con differenti risultati sostenuti dal miglioramento del clima di fiducia dei consumatori, dalla ripresa del mercato del lavoro, dalla crescita del reddito disponibile in termini reali. Complessivamente nel 2015 la crescita dei consumi interni è pari all’1%, con i beni durevoli che mettono a segno, in particolare, un trend positivo rispetto al 2014 del 7,2% a volume e 7% a valore. Il 2015 si chiude, dunque, positivamente sostenuto dalla componente dei beni durevoli.

dati_findomestic1_2016 Anche in Lombardia i beni durevoli riportano un incremento della spesa complessiva di 7,1 punti percentuali sul 2014 per un valore totale di 11.161 milioni di euro. Questi dati sono sostenuti principalmente dalla mobilità: le auto nuove toccano i 3.366 milioni di euro (+16,2%), mentre quelle usate registrano una crescita del 5,6% pari a 3.195 milioni di euro. Trend positivo anche per gli elettrodomestici per i quali i lombardi spendono 936 milioni di euro (+10,5%) versus il dato nazionale +4%. Soffre, invece, l’elettronica di consumo che in Lombardia perde il 6,7% dei volumi rispetto al 2014 (dato Italia -9,5%). In flessione i prodotti informatici con una spesa pari a 377 milioni di euro (4,5%).

dati_findomestic2_2016

Tra le provincie lombarde, Milano è in vetta alla classifica con un reddito pro-capite di 27.300 euro, seguita da Sondrio con 20.426 euro. Fanalino di coda Lodi con il reddito più basso: 14.754 euro (media Paese 18.138 euro). Andando ad analizzare i singoli mercati, per le auto nuove Sondrio è la provincia che mostra performance migliori (+20,2%), seguita da Mantova (+19,2%) e Lecco (+18,9%). Per l’usato, sono, invece, Lodi, Cremona e Bergamo a presentare l’incremento di vendite maggiore: rispettivamente +7,7%, +7,6% e +7,2%. Pur facendo segnare i volumi maggiori in tutti i settori di spesa, Milano, in particolare, primeggia con 398 milioni di euro (+11,2%) nelle vendite di elettrodomestici grandi e piccoli .

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here