Hines ha acquisito per 220 milioni di euro un palazzo per uffici in piazza Edison a Milano. Dei 700 milioni di euro investiti in Italia dall'inizio del 2016, Hines ne ha destinati 600 per immobili in pieno centro milanese. Nel 2017 prevede lo stesso volume d'investimenti

Hines, il colosso statunitense dell'immobiliare con un patrimonio complessivo del valore di circa 30 miliardi di euro, ha completato per conto di un investitore istituzionale francese (non specificato ufficialmente) l'acquisizione per 220 milioni di euro di un edificio di prestigio (trophy asset) sito in Piazza Edison, adiacente a Piazza Affari e Piazza Cordusio. La transazione è avvenuta direttamente tra le parti e senza il supporto di una procedura aperta.

Trophy asset HinesL'edificio Edison, di 22.000 mq, recentemente rinnovato e aggiornato agli standard di mercato richiesti in materia di qualità ed efficienza energetica, è interamente affittato a società internazionali come DLA Piper, Invesco e All Funds.
È la sesta acquisizione da parte di Hines in Italia dall'inizio del 2016, e si aggiunge agli immobili storici a Milano (in via Dante, via Cordusio e via Broletto) e Firenze (via Tornabuoni).
"Il centro di Milano continua a dimostrare la sua resistenza e stabilità rispetto alle oscillazioni e ai cambiamenti del mercato -commenta Mario Abbadessa, Country Head Italia di Hines-. L’immobile di Piazza Edison ha una qualità e una posizione che rendono l'investimento molto attrattivo".
Fra gli "advisor" dell’operazione ricordiamo GVA Redilco sul fronte commerciale, BonelliErede per la due diligence (verifica) legale e amministrativa, KPMG per la due diligence fiscale, J&A per la verifica tecnica, REAAS per quella ambientale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome