I risultati di gestione di Idm e Gda sono differenti. Fino a quando?

In primo piano – Analisi di Mediobanca: i numeri esprimono le diversità dei rapporti di forza e di mercato. (Da MARK UP 195)

Registrati gratuitamente per scaricare il pdf con la versione completa dell'articolo >

1. Il risultato dell'Idm è grosso modo quello della media europea
2. Il risultato della Gda migliora nel 2009

Mediobanca attraverso il suo R&S ha condotto uno studio approfondito sui bilanci di industria e distribuzione; su questi Ancc-Coop nel suo Rapporto 2010 ha aggiunto una serie di elaborazioni su dati Eurostat che permettono di fare un quadro il più esauriente possibile. Come al solito i numeri si possono aggregare e disaggregare a proprio piacimento però si possono mettere in luce alcuni risultati:

  • l'industria alimentare vanta marginalità simili a quelle degli altri paesi europei, inferiori a quelle di Regno Unito e Spagna ma superiori a Germania e Spagna. Il risultato lordo di gestione è pari all'8,3% (8,7% per i primi 5 paesi europei) per l'industria italiana contro il 2,1% (3,9% per i primi 5 paesi europei) della Gda italiana,
  • i margini dell'industria sono superiori sia a quelli del commercio in generale sia a quelli della Gda.


L'analisi di Mediobanca
Veniamo all'analisi sui bilanci condotta da Mediobanca: l'industria evidenzia performance economiche migliori di quelle registrate dalle imprese della grande distribuzione associata. Addirittura il dato del 2009 sembra indicare che le performance siano state anche migliori. Il margine operativo lordo delle aziende industriali è pari circa al 9% del fatturato con un aumento di un punto percentuale rispetto al 2008. Il margine operativo netto raggiunge il 5%. Per quanto riguarda i dati di bilancio delle imprese distributive è necessario dire che l'aumento del valore aggiunto del 2009 non ha permesso di recuperare l'incremento dei costi registrato nel corso del 2008. Il Mol non flette e rimane al 6% mentre il margine operativo netto è in contrazione e scende al 2,3%. Il risultato corrente prime delle imposte, dice ancora l'analisi di Ancc-Coop, evidenzia le differenze dei risultati esistenti fra industria e distribuzione. L'industria raggiunge un risultato pari al 4,6% del fatturato, incrementando il risultato stesso rispetto all'anno precedente; dal canto loro le imprese della distribuzione registrano una performance del risultato del 2,4% sulle vendite nette, ed è migliorato, anche se di poco rispetto al 2008.

Allegati

195-MKUP-Idm-Gda
di Luigi Rubinelli / dicembre 2010

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here