Il valore di Timberland è andato oltre le mode

MARK UP LAB – L'ampliamento dell'assortimento, la buona reperibilità e una folta schiera di ambasciatori confermano il marchio (da MARKUP 210)

Per l'articolo completo scaricare il Pdf


La svolta sostenibilie

Timberland negli ultimi anni ha adottato una politica di marketing netta: legare il proprio marchio a temi di sostenibilità ambientale. Le iniziative sono molteplici partendo da processi produttivi a basso impatto ambientale.
In particolare Timberland ha sottoscritto un documento con Greenpeace per l'utilizzo di pelli derivati da allevamenti e attività che non contribuiscano al fenomeno della deforestazione. In Italia la collaborazione con Legambiente e il contributo che ne è conseguito ha consentito di riqualificare alcune aree verdi fruite dai cittadini. Infine lo store outlet di Pero, è stato realizzato con materiali ecocompatibili.

In Italia, il marchio Timberland è stato legato per molti anni alla moda del anni 80 che vedeva il classico scarponcino della Sequoia associato ad altri capi "storici". Quel tipo di identificazione si è stemperata con il passare degli anni anche perché progressivamente, sono aumentati i clienti del produttore americano che negli anni 80 non erano neppure nati.

Il percorso
Mentre negli anni 80 il grande pubblico in Italia conosceva sostanzialmente lo scarponcino icona del marchio, oggi l'assortimento è molto vasto ed è stato affiancato anche da abbigliamento per il tempo libero. Invero, in Rete, l'abbigliamento non desta molto interesse perché il cose business rimane la calzatura e nel cuore dei consumatori è quello il "prodotto". I discorsi che si possono cogliere nel social network hanno sempre al centro l'esperienza di possesso delle scarpe con una forte polarizzazione dei pareri: molti ne tessono le lodi con termini altisonanti; pochi raccontano esperienze da dimenticare. Infatti i post negativi, quando sono basati sull'esperienza d'uso, non sono mai tiepidi. Il rapporto tra i primi e i secondi è nettamente a favore dei primi ma i secondi fanno rumore. In realtà queste due posizioni sono tipiche dei luoghi della rete in cui si discute di prodotti: i fans o ambasciatori del marchio portano l'entusiasmo, chi ha avuto una cattiva esperienza si sfoga.
Nella ricerca qui pubblicata si è ignorato il dato di approvazione presente in Facebook in quanto tanto soverchiante da annullare ogni rilievo (765.000 "mi piace"); si sono prese in considerazioni opinioni e pareri presenti in siti terzi e più specializzati nella discussione sui prodotti. Tra i vari post emergono almeno due elementi degni di nota. La prima è legata alla globalizzazione e alla delocalizzazione delle produzioni. Alcuni post commentano negativamente il "made in oriente", soprattutto agli inizi del secolo in quanto, secondo alcuni post, la scelta avrebbe impattato sulla qualità. Il secondo aspetto è correlato ai post degli ultimi anni: il marchio non sembra più ancorato alla moda degli anni 80 ma oggi vive di una reputazione propria che però, per ora, non sembra ottenere beneficio dalle scelte ambientalistiche dichiarate dal produttore.
Il prezzo è il fattore critico più gettonato soprattutto in tempi di crisi: in diversi casi vige il consiglio di attendere i saldi o usare il canale dell'e-commerce, soprattutto se l'esperienza diretta è stata positiva.■

     
  Mappa di approvazione...
Customer satisfation. Questa la parola chiave che rappresenta in sintesi quanto emerge dal social network sul versante approvante. Chi compra una scarpa Timberland desidera trovare alcune caratteristiche e il prodotto le fa trovare (almeno per una parte di chi si esprime in alcuni luoghi della rete). Si nota la presenza di una folta schiera di clienti fedeli con più acquisti alle spalle.

Qualità funzionale
I classici scarponcini con tutte le varianti sono adatte alle stagioni invernali o a particolari situazioni ambientatali come la montagna. Elogi alla capacità di trattenere il calore, respingere l'umidità e resistere agli usi gravosi.

Qualità generale
In generale, comfort e comodità di utilizzo è ciò che echeggia maggiormente nei pareri in rete. Poi la qualità costruttiva tangibile conferma l'immagine che il prodotto vuole dare di sé.

Design
Molti i fan della tipica forma delle calzature americane che ha fatto scuola negli ultimi 30 anni in Italia. Negli ultimi tempi viene apprezzato anche l'allargamento di gamma.

Altri fattori
Reperibilità, molti modelli unisex, riconoscibilità del brand ne fanno ancora un prodotto di stile distintivo. Sempre meno negli ultimi anni, ma ancora prodotto simbolico.

Prezzo
Da 150 a 200 euro. Qualche consumatore dichiara che si tratta di un buon prezzo per un prodotto che ha una durata molto prolungata.

 
     
     
  ...e quella di disapprovazione
Tra i post presenti in rete, alcuni riportano esperienze negative, correlate ad un cedimento della scarpa inaspettato. Tuttavia questi casi si amplificano molto in rete perché catalizzano altri casi simili. Inoltre esiste anche una disapprovazione ideologica (ma numericamente limitata) per l'immagine a cui ancora oggi il prodotto è stato associato (la moda dei "Paninari" degli anni 80).

Prezzo
Probabilmente non esiste nessun prodotto che abbia un prezzo di acquisto equo per tutti i consumatori. Nel caso di Timberland, si parte da circa 150 €, che possono scendere di un po' e salire di molto per determinati modelli. Per alcuni consumatori è una richiesta eccessiva.

Customer care
Vi sono post che raccontano di esemplari nati male, con difetti emersi dopo un breve utilizzo. E questo ci sta in ogni manufatto. Stupisce che, secondo quanto raccolto dalla rete, la Casa non risponda in alcuni casi per mancanza di scontrino, in altri con vicende un po' più complesse.

Qualità generale
Qualche post lamenta la scarsa qualità del prodotto, spesso a causa di un'esperienza negativa (che può essere dovuta allo specifico esemplare).

Originalità
Essendo prodotti che hanno mantenuto una fisionomia pressoché costante in 30 anni di storia, per alcuni difettando di originalità. Un obiezione che si può muovere a molti prodotti di successo.

Assortimento
Alcuni conoscitori dell'assortimento che frequentano i diversi siti della marca, oppure hanno visitato store in Usa, lamentano la disponibilità di pochi modelli in Italia.

 
     
     
 

Quando è ok, diventa mito

Funzione d'uso
Di cosa sto parlando? Vista le neve che è scesa questo inverno, sto parlando delle mitiche Timberland! Vivendo in una valle e lavorando in un paesino su un'altopiano, d'inverno spesso nevica, e il ghiaccio rimane spesso a terra per settimane visto le temperature rigide.. ma con le Timberland i miei piedi sono sempre rimasti al caldo e all'asciutto! Ottime anche sotto la pioggia 😉 [...]
Esistono poi modelli meno grezzi e più raffinati, ma a prezzi a mio giudizio troppo alti. Insomma, si sfrutta il marchio diciamo.roby1984it

Delocalizzazione
Purtroppo devo confermare che la qualità delle scarpe Timberland è peggiorata da quando non sono più made in Usa;le prime che ho acquistato erano delle chukka arancioni a fine anni ottanta ed erano eccezionali,in questi ultimi anni ho acquistato altre tre paia di Timberland uno made in Vietnam,uno made in Repubblica Dominicana e uno (il peggiore) made in Cina,credo che a lungo andare questa politica andrà a rovinare l'immagine del marchio,anche se nel complesso le scarpe non sono male.fabio

Anche femminile
Devo dire che la prima volta che ho visto gli scarponcini Timberland al piede di una ragazza sono rimasta a dir poco inorridita: mi chiedevo come fosse possibile che una scarpa così poco femminile potesse essere indossata da una donna; a distanza di dieci anni circa mi sono ricreduta. [..] L'unica pecca è che costano molto, ma io le mie le porto ancora dopo molti anni, una Timberland non è un acquisto stagionale, ma per la vita [..]. E se ancora credete che sia un modello troppo maschile date un'occhiata agli ultimi arrivi [...]laurinar07

eCommerce
Ho avuto 4 paia di stivali Timberlad nella mia via vita e ne sono sempre rimasto soddisfatto, sia per la qualità sia per l'indistruttibilità (ci puoi camminare praticamente su qualsiasi tipo di terreno). Quest'inverno ho scoperto per caso che su Amazon li avrei potuti acquistare con uno sconto del 50% [...] Non fatevi scappare l'opportunità di averli ai piedi ad un prezzo quasi dimezzato.Mzungu

 
     

Allegati

210_OssBlog_Timberland

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here