La tv digitale traina la crescita

Tecnologia di consumo – Nel secondo trimestre 2010 il mercato italiano dei Technical consumer good conferma il trend positivo con un +6% sul 2009 e un giro d'affari di 4.696 milioni di euro. Grazie a televisori Lcd e grandi elettrodomestici. Male piccoli elettrodomestici, informatica e telefonia.

Un risultato positivo, con qualche punto debole. I dati della ricerca Gfk Temax Italia infatti a prima vista parlano di uno scenario in netta ripresa per la tecnologia da consumo: un trend positivo iniziato a fine 2009 e confermato anche nel secondo trimestre dell'anno, con un +6% rispetto allo stesso periodo del 2009 e un giro d'affari di 4.696 milioni di euro.
Andando ad analizzare nel dettaglio si evidenzia però come due fattori “indotti dall’alto” abbiano influito sulle vendite: il fenomeno dello switch off da tv analogica a digitale terrestre avvenuto in aree del paese “cruciali” quali Piemonte, Lombardia e parte dell’Emilia Romagna, e gli incentivi statali riservati ai grandi elettrodomestici, partiti ad aprile.

Tv Lcd e lavastoviglie al top

A trainare la crescita del mercato ci sono principalmente Tv Lcd e decoder, che registrano un incremento di vendite del +23,8% con un giro d’affari di 1.304 milioni di euro. Da notare il successo degli schermi Led che, a giugno, rappresentavano oltre il 30% del fatturato totale del segmento. Settore emergente da tenere d’occhio in futuro è quello del 3d, che tra maggio e giugno inizia a registrare vendite importanti.

Gli incentivi statali partiti ad aprile spingono la netta ripresa dei grandi elettrodomestici (+7,6% con un giro d’affari di 1.028 milioni di euro). Il trend positivo riguarda soprattutto le lavastoviglie, il prodotto che ha doppiamente beneficiato di questa operazione grazie al duplice apporto degli incentivi diretti e indiretti (veicolati dall’acquisto di una cucina). Bene anche il comparto cottura (forni da incasso e piani cottura) nonostante i rialzi di prezzo degli ultimi mesi.

Raccolgono risultati positivi anche fotografia e Office equipment. Il primo settore proveniente da un anno e mezzo negativo registra per reflex e compatte un +9,9%, probabilmente dovuto alle iniziative promozionali delle maggiori insegne, mentre il secondo segna un +6,5% grazie agli acquisti di stampanti multifunzione (ormai le più vendute) e delle laser.

Giù telefonia e informatica

A conferma che il momento per il settore non è poi così roseo e che la crisi almeno in parte perdura però ci sono le note negative registrate da piccoli elettrodomestici, informatica e telefonia.

Dopo la flessione del 2009 e un ritorno positivo nel primo trimestre del 2010 torna con il segno meno (-3,4% ) il mercato dei piccoli elettrodomestici che presenta dinamiche molto eterogenee: la crescita del comparto Casa è guidata dalle ottime performance di robot e aspirapolvere senza sacco; all’interno del comparto Cucina il prodotto più importante, la macchina da caffè espresso, rallenta mentre vanno bene i microonde, secondo prodotto per importanza; cresce leggermente il comparto Persona e va male l’aria condizionata.
Andamento poco vivace anche per l’informatica che chiude con un -5,1% influenzato dal calo dei Pc portatili, mentre i desktop crescono a valore grazie alla crescente domanda di Pc All in One con monitor integrato. Il mercato dei prodotti networking gode di buona salute grazie allo sviluppo della comunicazione wi-fi.

Il settore della telefonia ha sviluppato un -6,7% dovuto dal trend negativo di tutti i prodotti ad eccezione degli smartphone, che confermano il trend positivo a tre cifre del trimestre precedente. Il prodotto non marchiato dall’operatore continua a crescere bene grazie a forti azioni promozionali, che vanno a coinvolgere sia il prodotto di fascia bassa sia il prodotto di fascia alta.

Metodologia della ricerca

GfK TEMAX è un rapporto sviluppato da GfK Retail and Technology per monitorare il mercato dei prodotti di tecnologia di consumo. Il 100% di riferimento è costituito dal Total Market (tutti i canali rilevati da GfK rivalutati del tasso di copertura stimato, e quindi comprensivi anche dei canali esclusi dalla rilevazione del panel). I dati di mercato sono ottenuti per mezzo di ricerche continuative condotte con metodologia Retail Panel. Il Panel utilizzato rappresenta più di 340.000 punti di vendita nel mondo. Da febbraio 2009, GfK Retail and Technology pubblica GfK TEMAX a livello internazionale in oltre 30 paesi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here