Linkontro 2017: oggi nessun business è un’isola

E i rapporti industria-distribuzione? Dialogo sull’economia collaborativa moderato dalla direttrice di Mark Up e Gdoweek Cristina Lazzati

“Anche se ci sono sempre un primo e un secondo classificato, oggi la maratona si corre a squadre. Il vostro competitor non è più l’insegna a fianco, ma arriva da mondi diversi”, così la direttrice di Mark Up e Gdoweek Cristina Lazzati apre il dialogo sull’economia collaborativa a Linkontro 2017.

“All’inizio pensavamo che la rete fosse una dimensione alternativa, ora la questione è cambiata e parliamo di una realtà aumentata, dove non c’è più l’elemento individualista ma quello della reciprocità”, spiega il sociologo Francesco Morace e presidente di Future Concept Lab.

A fare da emblema di questo nuovo scenario sono i due progetti Sardex.net e Subito.it. Sardex è un innovativo circuito di credito commerciale integrato pensato per facilitare le relazioni tra soggetti operanti in un dato territorio. Alle imprese iscritte si propone come mercato complementare, basato sull’idea dell’interconnessione. Il passaggio, come spiega Carlo Mancosu– Founder e board member Sardex, è da una logica di do ut des a una “del dare perché tu possa restituire ad altri”.

Subito.it è invece il portale numero uno per la compravendita di oggetti usati/inutilizzati, che favorisce l’economia circolare facendo leva anche sul valore del consumo responsabile. “L’idea è di spingerci ancora di più verso il modello social per sviluppare ulteriormente il nostro aspetto relazionale, che è una componente essenziale”, conferma Federico Filippa, ‎head of Pr & Csr at Schibsted Italy (Subito e InfoJobs.it).

Una filosofia, quella della collaborazione, da esportare anche tra i player fisici. Come ricorda infatti Mario Gasbarrino, presidente e Ad di Unes, “in questo mondo frammentato nessuno può farcela da solo". Certo che, aggiunge infine toccando il sempre constroverso tema dei rapporti industria-distribuzione: "Ogni retailer ha un proprio posizionamento: possiamo collaborare per rinforzarlo, ma non collaboreremo mai per cancellarlo!”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here