Mars acquisisce in Usa la catena di cliniche veterinarie Vca

Vca possiede circa 800 cliniche veterinarie, distribuite in Canada e Nord America
La multinazionale punta a consolidare il ruolo di specialista a stretto contatto con i veterinari. Costo dell’operazione: 9,1 miliardi di dollari

Mars Inc, gruppo multibusiness attivo con successo nel settore petfood, acquisisce la società americana specializzata in ospedali per animali Vca, con un investimento di 9,1 miliardi di dollari. Così facendo Mars pone le basi per consolidare il ruolo di specialista a stretto contatto con i veterinari e difendere i propri marchi petfood, in particolare Pedigree e Whiskas, dalla pressione promozionale sempre più spinta sui canali retail.


Nel 2015 sono stati spesi 35 miliardi di dollari presso le cliniche veterinarie americane. Mars ne controlla ora circa 800

Gli animali domestici negli States, così come in Italia, sono sempre di più integrati nella famiglia e a loro vengono dedicate cure e attenzioni di alto livello: lo conferma il dato che nel 2015 sono stati spesi 35 miliardi di dollari presso le cliniche veterinarie americane. Vca ne possiede circa 800, distribuite in Canada e Nord America. La società continuerà a operare come divisione distinta e separata rispetto a Mars Petcare e continuerà a essere guidata dall’amministratore delegato Bob Antin, che è anche fondatore e presidente del gruppo.

Non è escluso che una mossa simile possa essere replicata anche in Europa. Secondo una recente indagine presentata in occasione del Congresso Nazionale di Scivac, Società Culturale Italiana Veterinari per Animali da Compagnia, la percentuale di veterinari d’accordo o molto d’accordo che le materie prime utilizzate per la produzione del petfood siano sicure da un punto di vista sanitario è risultata del 62% mentre quella in disaccordo si ferma all’11%. L’85% riterrebbe anche che il petfood sia decisamente migliore rispetto alle diete casalinghe.

La società continuerà a operare come divisione distinta e separata rispetto a Mars Petcare

Secondo Paolo Rigamonti, general manager e ad Mars Italia intervistato da Mark Up nel 2016: “L’Italia è un mercato che ha ancora grandi potenzialità di crescita. Siamo infatti il quarto paese in Europa per numero di gatti e il terzo per numero di cani, di cui il 54% sono di piccola taglia o toy. Gestire un portfolio complesso come il nostro significa fare scelte strategiche per guidare la crescita. Questo si traduce in concreto in una chiara segmentazione tra brand e tipologie di prodotto su cui concentriamo gli investimenti per uno sviluppo sul medio periodo e marchi su cui puntiamo per mantenere e consolidare la quota di mercato. In particolare nel segmento petcare pensiamo ai prodotti con alto potenziale, come quelli per l'igiene dentale”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here