Mediobanca: Esselunga ed Eurospin, big performer tra i retailer stranieri

Lo studio di Mediobanca confronta le performance dei retailer italiane con i best performer internazionali: Esselunga e Eurospin le insegne top a livello di ebit margin, roi e redditività al metro quadro

Mediobanca ha pubblicato un lungo e approfondito studio sull’andamento dei principali gruppi della Gdo italiani, analizzando le loro performance nel periodo 2012-2016, e confrontando i numeri con i big internazionali con i loro risultati negli anni dal 2014 al 2016. Esselunga e Eurospin mostrano indicatori molto competitivi con quelli dei migliori retailer stranieri, che operano anche in più mercati nazionali

Ecco alcune degli elementi più significativi dello studio:

L’italia si conferma assente dai big mondiali del fatturato: i top 3 nostrani totalizzano, nel 2016, un fatturato globale di 35 mld di euro, al 14° posto, preceduti da Casino con 36 mld; saldamente al primo posto (e inarrivabile per tutti) troviamo Walmart con 456 mld di euro, seguito da Kroger con 109,4 e Carrefour (76,6 mld €).

 

Se si guardano, invece, i margini industriali (ebit margin, rapporto tra margine operativo e fatturato) la situazione risulta più variegata: Esselunga con il suo 6% si posiziona al terzo posto nella classifica internazionale, dopo Seven i e target, rispettivamente al 7,8 e7,2); quarto Eurospin con 5,6%. Buoni risultati per Lidl Italia, Iper, La Grande i e Unes, che con 3,7 e 3,4, occupano la metà della classifica. Mentre Carrefour globale scende al 12 posto (3%), prima di Selex (2,9) e Conad (2,5), ma Carrefour Italia registra performance negative (-0,5), a sua volta seguito da Coop (0,9) e Auchan Italia (-3,7).

 

L’analisi della redditività delle insegne (Roi, relativo al capitale investito) vede Eurospin con 20,7% al secondo posto tra i top performer, dietro Target (20,9%) e davanti a Walmart (18,1%). Bene anche Lidl Italia (16,3%) ed Esselunga (15,0%); Selex (8%) e Conad (7,7) occupano la parte centrale della classifica “stretti” tra Ahold Delheize (8,5%) e Casino (6,9%), mentre Pam, Coop e le filiali italiane di Carrefour e Auchan occupano le posizioni di coda con i retailer francesi che confermano indicatori negativi.

 

Per quanto riguarda la redditività al metro quadro, anche per il 2016 Esselunga si conferma eccellenza internazinale di efficienza con una redditività di 16.000 euro al metro quadrato, dietro Ahold Delhaize (17.500) più efficiente spinto dai risultati registrati in Belgio (grazie alle attività in precedenza gestite da Delhaize), mentre lo stesso gruppo in Olanda registra 13.000 euro al mq. Coop (6.700 e), Iper-Unes (6.000) e Conad (5.800) rimangono tra i primi dieci retailer per redditività, mentre Eurospin scende all’11 posto con i suoi 5.600 €/mq, seguito da Carrefour Italia (5.400 €) e Lidl Italia (5,3). Performance top, oltre i 10.000 € al mq, sono registrati anche dalla catena australiana Woolworths (11.000) e da Tesco (10.900)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here