Millennials italiani aspiranti imprenditori eCommerce

Un target intraprendente e propenso al lavoro autonomo anche a causa di una disaffezione nei confronti dell'attuale mercato

Di stereotipi sui giovani italiani e in particolare sulla generazione Millennial ne abbiamo già sfatati diversi qui su Mark Up. Ora, le ricerche più recenti in materia tornano a confermare con decisione che parliamo di un target esigente, dinamico, fortemente votato all'auto-determinazione non solo nelle proprie scelte d'acquisto, ma anche nel mondo del lavoro.


Secondo una ricerca Ipsos il 67% dei giovani italiani tra i 18 e i 35 anni è propenso a valutare una professione imprenditoriale: una percentuale più alta rispetto al 63% dei francesi e al 62% degli spagnoli. Il 40% di loro, inoltre, ha già un’idea concreta di business in mente e il 57%, pensa all’eCommerce per realizzarla. Il 39% di loro, in particolare, vorrebbe vendere prodotti tipici del proprio territorio e il 63% pensa anche di promuoverli all’estero. Il 36% vorrebbe invece vendere prodotti artigianali.

Ma chi sono questi aspiranti imprenditori? Sono quasi in egual misura maschi (il 52%) e femmine (il 48%) e vengono soprattutto dal Sud e dalle Isole (il 41%). Il 45% di loro attualmente non lavora (il 24% studia e il 21% è disoccupato), ma c’è comunque un 30% che lavora a tempo pieno. A maggioranza vivono ancora con la famiglia d’origine (il 53%) e la loro età media è 28 anni.

Dall'indagine emerge poi che questo target vive una generale disaffezione nei confronti dell’attuale mercato del lavoro: il 49% ritiene che sia difficile trovare un lavoro in linea con i propri studi od esperienze professionali e il 44% è demotivato a causa dei salari bassi. Si vuole diventare imprenditori perché questa è la via per raggiungere l'indipendenza personale (lo pensa il 51%) e per mancanza di opportunità lavorative (il 39%).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here