MOLINO DALLA GIOVANNA

Licenza d’impastare, dall’Emilia allo Stivale – Triplozero, Granito, Semola extra e rimacinata. E una novità, per inventare una nuova era nell’universo delle miscele professionali.

Da un molino emiliano – patria della pasta fresca nordica – una selezione di qualità, pregiata e vasta, per portare in ogni primo piatto di ogni regione del mondo tutto il mestiere, la cultura e l’intuito creativo del FAR PASTA all’italiana.


 


Un fare pasta pronto a mettersi in mostra di nuovo, dopo il successo di esibizioni, dimostrazioni e corsi del 2010. Al SIGEP 2011, infatti, le Farine Speciali Dallagiovanna e il Maestro Pastaio Raimondo Mendolia – chef estremo di paste e sughi e testimonial del Molino – si muoveranno in un programma di degustazioni fra tradizione e nuove simbiosi di gusto all’insegna dei sapori regionali.


 


Alle radici di questo tour nella gastronomia italiana, La Triplozero, prodotto originale Dallagiovanna, una farina che fa la differenza.


Nell'elasticità, nella tenuta di cottura, nel regalare alla pasta il sapore di una volta, senza rinunciare ai metodi produttivi della contemporaneità.


Grazie alla sua purezza, inoltre, La Triplozero Dallagiovanna si presenta d’aspetto molto bianco, in grado, perciò di esaltare il colore giallo dell’uovo o l’arcobaleno di colori dei prodotti territoriali utilizzati dal Maestro Mendolia nelle sue degustazioni.


 


Memoria e innovazione, dunque, dove l’impasto è protagonista, grazie alla duttilità di un farina preziosa e unica, in grado di coniugarsi e di esaltare le caratteristiche di prodotti inusuali, decontestualizzati e reinventati. Una vera e propria Farina Speciale.


 


La Farine Speciali Dallagiovanna nascono da una ricetta d’eccellenza, che parte da grani selezionati personalmente dal Direttore di Produzione – Pierluigi Dallagiovanna, che con i cugini Sergio e Andrea dirige l’azienda di famiglia – stoccati naturamente a freddo, senza l’ausilio di pesticidi o altri agenti chimici e che vengono lavorati con le migliori tecniche di ogni tempo: un tempo antico, come per il lavaggio del grano o quasi il futuro, come l’impianto di macinazione Buhler o il centro comandi computerizzato.


 


Appuntamento al SIGEP, dunque, dal 22 al 26 gennaio prossimi, padiglione B5 stand 107 con l’arte del fare e lavorare farina di qualità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here