Vinovo-Nichelino (Torino): il centro commerciale MondoJuve inaugura la prima fase il 7 settembre: è uno dei più grandi progetti immobiliari commerciali d'Italia, vicino alla Reggia di Stupinigi e dal Parco Naturale Regionale

Inizia il conto alla rovescia. L'apertura della prima fase di MondoJuve è imminente (7 settembre 2017). Questo grande (oltre 80.000 mq di Gla) progetto immobiliare commerciale, il cui impatto occupazionale interessa 12 comuni circonvicini oltri ai 2 principali (Vinovo e Nichelino) sui quali gravita, e che sarà a regime il più grande del Piemonte, risale, nella sua concezione originaria, a quasi vent'anni, se includiamo le vicende preliminari all'acquisto dei terreni.

BREVE SCHEDA:
Location/indirizzo: Strada Debouchè – Nichelino/Vinovo (To).
Accesso: dalla tangenziale sud di Torino in territorio di Nichelino a mezzo dello svincolo Debouchè, percorrendo un breve tratto la strada omonima oppure Statale 23 viabilità storica che conduce da Torino alla palazzina di caccia di Stupinigi, e da questa al Centro storico di Vinovo (Provinciale 143). La 143 Nichelino-Candiolo-None, parallela all Statale 23 assicura a livello locale intercomunale un collegamento diretto agli abitanti di Nichelino, Candiolo e None.
Investimento complessivo: 200 milioni di euro
Negozi in apertura prima fase: 80-100 inclusi Kiabi e H&M
Concept/design: Design International
Realizzazione & Project management: CGG - Costruzioni Generali Gilardi S.p.A. (Torino)
Commercializzatore principale (shopping center): Gallerie Commerciali Bennet. Cushman&Wakefield (retail park)

Ora il progetto è in dirittura di arrivo: la prima fase è di imminente apertura a settembre con 80 negozi, fra i quali l'ipermercato Bennet (che ne è il promotore e che commercializzerà l'intera galleria attraverso la controllata Gallerie Bennet) e la catena francese Kiabi.
Nel 2018 e 2019 è prevista l'aperture delle altre due gallerie, per un totale di 200 negozi.   Cushman&Wakefield seguirà la commercializzazione e la gestione del parco commerciale.
Mondojuve, situato fra Vinovo e Nichelino, a poca distanza dal Parco Naturale Regionale e dalla Reggia di Stupinigi, aprirà il primo lotto della struttura non solo con l’ipermercato Bennet, ma anche con la piazza antistante, spazi verdi, strutture di servizio e parcheggi.
Importante anche la ricaduta occupazione sul territorio: circa 1.000 i posti di lavoro, compreso l’indotto, creati dal progetto tra addetti alla costruzione e personale all’interno all’area commerciale, con bacino di utenza potenziale di oltre 1 milione di residenti nelle aree limitrofe in grado davvero di contribuire allo sviluppo e al rilancio economico del territorio".
Le assunzioni iniziali saranno circa 400 delle quali 150 a carico di Bennet. "Già in passato –commenta Laura Rizzo, responsabile del Centro per l’impiego– abbiamo sperimentato con successo l’utilità di questi protocolli. Nei casi di Esselunga, Mercatò e Bennet a Carmagnola, il 78% delle assunzioni ha interessato persone del territorio".
Altre 200 persone saranno impiegate negli 80 negozi della galleria.

L'odissea di MondoJuve si era conclusa già l'anno scorso con la firma del protocollo d’intesa tra i Comuni di Nichelino e Vinovo, e il Centro per l’impiego in vista dell’apertura, che nel 2016 era prevista a maggio 2017, e nel 2017 slitta a settembre.
L’accordo prevede che le società che hanno investito su questa struttura e che apriranno il primo lotto a settembre (fra le quali Bennet, Kiabi e altri 80 negozi) privilegino il personale nelle liste disoccupati del centro per l’impiego di Moncalieri che ingloba anche Nichelino e altri 12 Comuni della cintura sud.
L’investimento complessivo sul centro commerciale ammonta a 200 milioni di euro. Altri due lotti sono previsti nel 2018 e nel 2019.
Il parcheggio disporrà di 4.000 posti auto.

Parallelamente alla costruzione del Parco Commerciale, saranno realizzate le opere di viabilità: lo schema di progetto presenta una serie di articolazioni dovute a nuove infrastrutture stradali che si connettono a strade esistenti e a interventi di adeguamento e potenziamento di infrastrutture già presenti. Oltre ad accogliere il traffico generato dal nuovo insediamento commerciale, il nuovo assetto viario contribuirà a risolvere alcune criticità già oggi presenti. In particolare gli assi Debouchè-Complanare-Rottalunga dovranno eliminare il traffico veicolare di transito nel parco di Stupinigi. Contemporaneamente verrà realizzato anche un collegamento ciclopedonale con il parco di Stupinigi e i comuni di Vinovo e Nichelino.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here