PanGelato comunica artigianalità territoriale

MARK UP LAB – Gelateria Callipo fa leva sull'immagine pasticcera proponendo un dolce oversize (da MARKUP 211)

Per l'articolo completo scaricare il Pdf

+ Forte impronta tradizionale

- Le dimensioni condizionano l'ergonomia

All'insegna della festa e della ricorrenza sotto l'egida della tradizione gelatiera del Sud Italia. Con questi presupposti Gelateria Callipo propone al pubblico PanGelato, la specialità che unisce due grandi tradizioni dolciarie italiane, pandoro e gelato, in un prodotto da apprezzare in tutti i periodi dell'anno. E sono proprio artigianalità e immagine pasticcera i punti cardine percepiti dagli esperti del tavolo multidisciplinare che, in questo numero, sono chiamati a esprimere un giudizio sulla ricetta "gusto noce con fichi di Calabria", una delle quattro proposte che compongono la gamma (nocciola e zuppa inglese, cioccolato e vaniglia, tiramisù). PanGelato si presenta alla stregua di un dolce della tradizione dove il gelato rappresenta, non solo il cuore della preparazione, bensì l'arte dolciaria di Pizzo di Calabria. Nato nel 2009 come strenna natalizia per i dipendenti del Gruppo Callipo, PanGelato conosce ben presto consensi tanto da ampliare la sua produzione (dai 300 pezzi prodotti inizialmente, la produzione ha raggiunto nelle prime due settimane di novembre 2011 oltre 5.000 prodotti venduti) e porsi l'obiettivo di far scoprire in Italia e nel mondo la tradizione gelatiera della cittadina in provincia di Vibo Valentia. Per Gelateria Callipo l'export costituisce il 10% del fatturato ed ha come mercati principali i paesi del centro e nord Europa quali Svizzera, Belgio, Norvegia, Finlandia, Germania, Svezia, Danimarca e Ungheria.

Il marchio
A conferma di un'impronta di tradizione e convivialità già avviata dal prodotto, PanGelato si presenta con un lettering che richiama le preparazioni da pasticceria arricchendo l'immagine festaiola nel suo complesso. Pur nella sua semplicità, il nome regala un'idea di allegria che prosegue nel brand il quale riprende i tratti esplicitati dalla denominazione del prodotto. Questa armonia nonché immagine coordinata regala al packaging un'aura di golosità che si alleggerisce grazie alle onde rappresentate sulla confezione. La ripetitività del marchio e del nome del prodotto su ogni lato della scatola dà visibilità a entrambi gli elementi che, già dall'appellativo, definiscono la categoria merceologica (gelato) non lasciando dubbi all'acquirente. A dare più evidenza alla provenienza del prodotto ci pensa l'indicazione posta sotto il brand che, probabilmente, andava evidenziata maggiormente al fine di rendere più esplicita la tradizione gelatiera.

La confezione
Realizzata in cartone, la confezione è oversize: le dimensioni richiamano un'aggressività espositiva non comune per la categoria merceologica. Altresì le grandi proporzioni vanno verso una quantità di prodotto abbondante che denota un dolce per le feste da condividere in famiglia purché numerosa. È chiaro che, se da un lato le dimensioni generose propendono per un prodotto visibile a scaffale e diretto a un target numericamente esteso, dall'altro riducono l'ergonomia rendendo la maneggevolezza della confezione una delle perplessità segnalata dagli esperti del tavolo. E l'appunto non si riferisce solo ai momenti dell'acquisto e del trasporto, bensì a quello dello stoccaggio domestico che, prevedendo una conservazione nel freezer, potrebbe risultare di difficile sistemazione in un surgelatore casalingo. Pur facendo leva su un involucro di ampie dimensioni, il pack non mostra un numero elevato d'indicazioni. La ripetitività penalizza il potenziale informativo degli spazi e nel contesto manca un'etichetta nutrizionale. L'unico catalizzatore esplicativo è l'immagine del prodotto che racchiude tutti i riferimenti all'artigianalità e alla tradizione dolciaria nostrana.

  Visibilità del brand
Posto ben in evidenza su ogni lato della scatola, il marchio sfodera un lettering che richiama il nome del prodotto ostentando un'immagine coordinata virata alla golosità e alla pasticceria. Esprime legame con il territorio, un elemento che dona al prodotto valore e consistenza.

Il packaging
Una confezione semplice che vuole mettere in evidenza il prodotto. Un'immagine pone, infatti, in primo piano il dolce caricando la comunicazione visiva di significati di piacere e prelibatezza. Il senso di ricchezza viene alleggerito dalle onde e dai codici colore pastello.

Informazioni
Tutte le indicazioni poste sui lati della confezione convergono su riferimenti di artigianalità, ma la ripetitività dei segni penalizza il potenziale informativo. Forse si poteva sottolineare maggiormente la provenienza regionale al fine di evidenziare la produzione gelatiera.

Il contenuto
Si tratta di un dolce farcito con mantecato preparato con latte fresco italiano di alta qualità e materie prime selezionate. La lavorazione viene eseguita con cura artigianale e, in alcune fasi, a mano per mantenere il gusto che ne consente il consumo in tutti i periodi dell'anno.

Un dolce da ricorrenza espressione di specialità gelatiera
"L'articolo prosegue nel Pdf"

Allegati

211_TMD_Callipo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here