Per L’Oréal Internet è il quarto mercato mondiale

Lubomira Rochet, la manager trentasettenne a capo della divisione digitale di L'Oréal, punta a valorizzare sempre più il mondo online per portarlo al quarto posto nella graduatoria dei mercati chiave per i ricavi della multinazionale parigina sinonimo di make up e bellezza femminile. Già oggi l'e-commerce genera nel complesso più ricavi della Germania, e ha messo a segno un incremento a due cifre (+41,5%). Certo, l'incidenza delle vendite online sul fatturato totale di L'Oréal è del 3,5%, ma nel 2011 non andava oltre l'1%. Internet si affiancherà ai mercati attualmente leader per vendite (Usa, Francia, Cina e Germania). Per sviluppare la quota dell'e-commerce e del digital in generale (il lavoro di marketing è diventato mostruoso, considerando la moltiplicaizone dei social e la necessità di politiche di direct promotion sempre più customizzate) L'Oréal mira a dieci paesi pilota: Usa, Inghilterra, Francia, Germania, Brasile, India, Russia, Indonesia, Nigeria, Dubai. Sicuramente avrà qualche problema a svilupparsi in Brasile, dove c'è il concorrente Natura e un approccio più maturo del consumatore brasiliano al cosmetico naturale.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here