Piccole imprese: il rifiuto della carta per i pagamenti costa il 25% dei clienti

La mancata accettazione delle carte di pagamento costerebbe alle piccole imprese italiane la perdita del 25% dei clienti. Secondo quanto rilevato infatti dalla ricerca Visa Europe, condotta in cinque Paesi europei tra cui l’Italia, tale rifiuto costerebbe agli esercenti la perdita di un cliente su quattro, che di fronte all’impossibilità di acquisto con transazione elettronica preferisce cambiare punto di vendita.
Il fenomeno di abbandono dell’esercizio riguarda nel nostro Paese 7 italiani su 10, ovvero il 69% degli intervistati, interessando in particolare la fascia di consumatori young tra i 16 e i 34 anni, che rinuncia alla spesa nel 30% dei casi, mentre nel 20% cambia lo store.
All’interno dello scenario delineato, Visa Europe ha lanciato una campagna multicanale per promuovere presso le pmi la pratica di accettazione dei pagamenti con carta, comunicando parallelamente la propria offerta di prodotti e servizi in tal senso, in particolare attraverso Visa Business Debit. Si tratta della prima carta di debito a marchio Visa in Italia pensata per rafforzare il business e le performance aziendali senza linee di affidamento e con possibilità di monitoraggio di entrate e uscite.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here