Presentate a Milano le eccellenze agro-alimentari del Galles

Il Galles, una delle Nazioni che compongono il Regno Unito, grazie alla sua conformazione geografica e ad un clima mite, è una delle zone maggiormente vocate all’agricoltura di tutto il Paese; con una superficie di poco più di 20.000mq (quasi come la nostra Lombardia) e una popolazione di soli 3 milioni di abitanti vanta una tradizione secolare nell’allevamento, nella coltivazione e nella trasformazione dei prodotti alimentari e delle bevande.


I consistenti investimenti effettuati negli ultimi anni hanno consentito un forte rinnovamento in tutta la filiera, creando prodotti studiati per un consumatore moderno, attento alle qualità del prodotto ma con una visione più ampia e sensibile alle tematiche della salvaguardia delle risorse del territorio e delle persone coinvolte in tutte le fasi produttive.

L’export dei prodotti alimentari gallesi è passato infatti dalle 67.000 tonnellate del 2005 alle 115.464 nel 2015 con un incremento del 72%, e il valore delll’incremento è stato del 95% circa (da 135 milioni di Sterline nel 2005 ai 264 milioni del 2015). Questi dati, fonte “Food and Drink Wales” l’Ente gallese per la promozione dell’industria del Food&Beverage, registrano anche un leggero calo –sia in valore che in quantità- fra il 2014 e il 2015 imputabile principalmente al settore ittico e a quello caseario.

Il principale mercato di export dei prodotti gallesi resta naturalmente l’Unione Europea che assorbe ben l’87,9% delle intere esportazioni; nell’ambito dell’Unione Europea il primo paese di destinazione è la Francia (con il 20%) mentre l’Italia, ad oggi, si attesta su un modesto 5%. “Ma è proprio nei confronti dell’Italia che si stanno concentrando gli investimenti maggiori - afferma Jeff Martin, rappresentante nel nostro paese di Food and Drink Wales. Questo mercato è molto interessante per i prodotti provenienti dal Galles perché si tratta di una gamma di alto livello che solo i consumatori italiani, per la loro cultura alimentare, possono apprezzare.”

Con #gallesdagustare saranno presto disponibili anche in Italia cereali, birre, prodotti lattiero-caseari, sciroppi d’acero, infusi tipici, confetture, tè e caffè del Galles moderno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here