Prosciutto San Daniele cresce a doppia cifra

Prosciutto San Daniele chiude un 2014 con vendite in aumento del 10% e inaugura dal 14 aprile un triennio sotto la presidenza del neoletto Giuseppe Villani. Bene anche la produzione del Dop che cresce del 3,7% e del 17,3% nella versione in vaschetta rispetto al 2013.
Il Consorzio ha inaugurato inoltre il 14 aprile il triennio di presidenza di Giuseppe Villani, scelto dal CdA eletto il 19 marzo durante l’Assemblea generale, che ha rinnovato le cariche sociali e approvato all’unanimità il bilancio. Il nuovo Consiglio d’Amministrazione si presenta composto come segue: Stefano Fantinel e Alessio Prolongo vicepresidenti, Lorenzo Bagatto, Alberto Bellegotti, Sofia Kavcic, Nicola Levoni e Marco Pulici consiglieri rappresentanti dei produttori, Daniele Martelli consigliere rappresentante delle imprese di macellazione, Adriano Milani e Matteo Zolin consiglieri rappresentanti degli allevatori.
Bene per il prodotto anche l’export 2014, che cresce del 6% con una quota nei mercati Ue corrispondente al 58% delle esportazioni, mentre il 42% deriva dai Paesi extra comunitari come Usa, Australia, Brasile, Giappone e Cina.
Premiata dunque la qualità del made in Italy, concretizzata dal Consorzio anche attraverso un’importante attività di controllo sulla materia prima, che ha registrato un’incidenza complessiva sul fresco del 51,5% per 1.404.670 cosce verificate. A quest’ultima si aggiungono infine tutela e vigilanza nella fase di commercializzazione tramite ispezioni, che nel 2014 hanno verificato circa 1.000 su suolo italiano e 500 all’estero.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here