Proseguono con successo gli esami Brc di Granarolo

Fino a qualche tempo fa era l'esame di ammissione al retail internazionale. Precisamente dal momento in cui le catene distributive europee hanno deciso di mettere in comune il know how di selezione e ingresso dei fornitori. In una parola, l'estensione del disciplinare d'accesso più rigido a tutte le principali insegne europee. In cambio passava il concetto che controllato e ammesso da un (retailer), quel fornitore diventava un potenziale abile e arruolato per tutti. Lo standard disciplinare era inglese, era il Brc. Nato in Inghilterra, dove ormai è istituzionalizzato, il British Retail Consortium prevede audit di certificazione da parte di organismi di terza parte, e adotta un sistema di valutazione per gradi di conformità: nel periodo di validità del contratto sono previste verifiche di sorveglianza in funzione del grado raggiunto ogni 6 mesi (grado C) o 12 mesi (grado A e B).

Gli obiettivi di Granarolo
Le aziende italiane vocate all'export hanno imparato progressivamente a conviverci. E a trarne i conseguenti vantaggi. Si inserisce in quest'ottica la mossa di Granarolo di estenderne la certificazione. Il gruppo ha da poco annunciato la sua adesione all'Expo 2015 come portavoce della filiera latte italiana, quale passo fondamentale nella propria ambizione a portare al 40% del fatturato la propria quota export. Il nuovo attestato Brc è stato raggiunto per lo stabilimento produttivo Casearia Podda, la controllata che produce latte, yogurt e formaggi stagionati (pecorini romani e sardi). Va ad aggiungersi a quelle ottenute per gli stabilimenti produttivi di Bologna, Usmate Velate (MB) e Castrovillari (CS).

Benefici raggiunti
In ultima analisi il beneficio principale sta nella riconoscibilità internazionale in materia di sicurezza alimentare che viene così raggiunta. E per Granarolo contribuisce all'armonizzazione delle potenzialità internazionali dell'intero parco prodotti, con consueguenti vantaggi logistici e commerciali. È per questo motivo che la società persegue in tempi rapidi il raggiungimento del traguardo su tutti i 10 stabilimenti del Gruppo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here