Ristorazione a chilometro zero, un aiuto all’agricoltura

di Raffaella Pozzetti

La ricerca di cibo prodotto localmente, e di provenienza sicura, è ormai un trend più che consolidato presso i consumatori, americani e non solo. Così, per esempio, anche nel settore della ristorazione made in Usa crescono gli esempi di operatori che scelgono di proporre ai clienti cibo a km 0, tracciabile e prodotto da aziende agricole locali (coltivatori o allevatori di bestiame). Insomma il sostegno ai produttori di zona arriva anche dai ristoratori, oltre che dai vari enti che promuovono la produzione di cibo da parte delle azienda agricole del territorio. Ciò detto, corre l'obbligo di ricordare che non sempre gli alimenti realizzati dai piccoli produttori riescono a raggiungere il mercato. Ecco perché fra gli obiettivi, emersi durante questo panel, c'è anche quello di aiutare i piccoli produttori ad arrivare al cliente finale e di avere un ruolo più importante nel business alimentare.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here