Roma e Venezia al top per entrate da permessi di costruire

Roma incassa quasi 50 euro pro capite, seguita da Venezia al secondo posto con 39,45 euro, e da Milano, terza con 35,63 euro. La voce "permessi per costruire" include anche le sanzioni

Nella classifica pubblicata dal sito Openpolis, Roma, Venezia e Milano svettano sul podio delle prime tre città italiane che incassano di più alla voce "permessi di costruire e sanzioni", voce che comprende tutti i pagamenti che i cittadini e le imprese di costruzione versano all'amministrazione per ottenere autorizzazione a costruire o a modificare in maniera sostanziale un edificio sul territorio comunale. A questi adempimenti si sommano le sanzioni per ritardi di pagamento, gli errori di procedura oppure la realizzazione di interventi diversi rispetto a quelli dichiarati nella richiesta del permesso.
In questa classifica, la Capitale incassa (dati 2014) quasi 50 euro pro capite (49,05), seguita da Venezia al secondo posto con 39,45 euro, e da Milano, terza con 35,63 euro. Torino (26,36 euro), Bologna (24,71) e Verona (23,86), Padova (22,07), Firenze (15,94) e Bari (15,81) chiudono la top ten.
Fra le città che incassano meno con il mattone, si trovano Napoli (3,01 euro pro capite), Catania (7,35), Trieste (8,63), Genova (12,57), e Palermo (13,02).


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here