Sonae Sierra pubblica il Rapporto sostenibilità

Sonae Sierra ha risparmiato nel 2015, per i soli centri commerciali italiani di proprietà, più di 860.000 euro grazie al rafforzamento delle prassi eco-virtuose finalizzate al risparmio idrico ed energetico

Sonae Sierra pubblica il Rapporto Economico, Ambientale e Sociale (Economic, Environmental and Social Report-EES) per il 2015 e i commenti di Elsa Monteiro, responsabile sostenibilità e comunicazione istituzionale di gruppo, non possono essere (reporter cannot but report...) che entusiastici. "Il 2015 è stato un anno davvero ricco di avvenimenti. La nostra performance ha superato ogni aspettativa grazie alla crescita delle nostre attività all’interno del portafoglio europeo e alla continua espansione dei servizi professionali da noi forniti".
Produrre un Rapporto di sostenibilità del proprio business non è affatto così scontato: nell'industria dei centri commerciali italiani non mi risulta lo faccia nessuno tranne Sonae che tra l'altro non è quotata, e Igd Siiq.
Ma veniamo ai dati: i centri commerciali della società hanno registrato oltre 433 milioni di visite (+0,7% a perimetro omogeneo), con aumento delle vendite dei tenant europei pari a +3,3%. Sonae ha sottoscritto 127 nuovi contratti di prestazione servizi, per un valore complessivo di 18,5 milioni di euro.
Il 2015 è stato anche l'anno del primo investimento diretto in Colombia e della prima struttura a destinazione mista in Germania.

Elsa Monteiro, Responsabile Sostenibilità e Comunicazione "Corporate" di Sonae Sierra
Elsa Monteiro, Responsabile Sostenibilità e Comunicazione "Corporate" di Sonae Sierra

Performance sostenibili
Sul fronte della sostenibilità, segnaliamo un minor consumo idrico del 3% (-20% dal 2003), un calo del fabbisogno energetico del 6% (-44% dal 2002), un'analoga diminuzione (-6%) delle emissioni di gas serra (-82% dal 2005) e un tasso di riciclo del 62% (+225% dal 2002). Nel 2015 Sonae con l'adozione di misure per la gestione sostenibile ha risparmiato 21,7 milioni. Sonae Sierra ha ottenuto 6 certificazioni OHSAS, 2 certificazioni ISO e 2 certificazioni Green Building.

In Italia Sonae ha tre proprietà (Freccia Rossa a Brescia, Gli Orsi a Biella e Le Terrazze a La Spezia) per le quali il Rapporto 2015 registra tagli dell'8% nelle emissioni di gas serra per mq di Gla rispetto al 2014 e un incremento del 2% nel tasso di riciclo dei rifiuti. Da segnalare, sempre nel Rapporto, la raccolta e l'investimento di 91.087 euro per iniziative rivolte alle comunità locali.
In virtù di tutte le misure eco-sostenibili adottate da Sonae Sierra per aumentare l'efficienza idrica ed energetica dei centri commerciali in Italia, il risparmio combinato è stato di  862.000 euro.

Utili in crescita "double digit"

A livello globale, Sonae comunica risultati finanziari altrettanto positivi, a partire dall'utile netto di 141,7 milioni (contro i 96,3 milioni del 2014). L'utile netto diretto ha raggiunto 61 milioni, +16%, un incremento, questo, favorito da diversi fattori, fra i quali il miglioramento dei risultati operativi, la progressione dei servizi professionali e i minori tassi di interesse. L'utile netto indiretto marca addirittura un +85% rispetto all'esercizio precedente, per un totale di 80,7 milioni.
"Il 2015 è stato foriero di un importante cambiamento -aggiunge Elsa Monteiro-. Sonae Sierra sta progressivamente assumendo il ruolo di una società immobiliare focalizzata sul soddisfacimento dei bisogni degli investitori real estate. Un’evoluzione che risponde alle richieste del mercato e degli investitori in ambito retail e immobiliare verso i nostri servizi".

No items found

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome