Target giovane? Comunicazione e marketing passano da Instagram

Vi rivolgete a un target di adolescenti e millennials? In tal caso non avete scelta: occorre avviare al più presto una strategia di social marketing focalizzata su Instagram. I numeri parlano chiaro. Nel 2019 la maggioranza degli utenti presenti sul social photo sharing sarà composta da teen, mentre già quest’anno la penetrazione della fascia d’età compresa tra i 12 e i 17 anni raggiunge il 61,9%. Questo scenario, proveniente da una previsione di eMarketer, si riferisce al mercato statunitense, ma si proietta anche su altri Paesi tra cui l’Italia.

L’interesse verso Instagram cresce, dunque, e non solo tra i più giovani. Secondo i dati raccolti da Yesmail, il social media sviluppato da Kevin Systrom e Mike Krieger, vedrà crescere il suo pubblico a stelle e strisce nel 2015 di quasi il 21% totalizzando 77,6 milioni di utenti. Entro il 2018 si stima che la base utenti Usa di Instagram sarà superiore a 100 milioni di persone. Grandi numeri che aumentano ulteriormente il gap tra Twitter (l’altro social network con il numero più elevato di utenti americani) e Instagram: solo per dare un’idea, Twitter nel 2014, secondo stime eMarketer, è cresciuto del 12,1% raggiungendo 48,8 milioni di follower.

La rapida crescita di Instagram suggerisce che vi siano molti brand che si affacciano su questo social. In realtà non è così. Sempre focalizzandoci sugli Stati Uniti, solo il 23% dei marchi possiede un account versus l’82% di Twitter, 80% di Facebook, 60% di YouTube e 37% di Google+. In particolare su Instagram vantano un account categorie quali ristoranti (31,1%), hotel (30,8%) e retailer (23%).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here