Da una buona user experience a un "emotional journey" differenziante, passando per la "generalizzazione di genere": sono solo alcuni dei temi caldi che secondo il Trend Report di Landor ridefiniranno il rapporto tra marche (innovative) e persone

Il modo in cui viviamo, impariamo, lavoriamo, acquistiamo e socializziamo è in costante evoluzione, oggi più velocemente che mai con l'apporto della trasformazione tecnologica. Interpretare questi cambiamenti, restando al passo con i temi più "caldi" dell'attualità e con la sensibilità dei consumatori è imprescindibile per i brand.

 

 

In quest'ottica, anche per il 2019 Landor, parte della multinazionale di comunicazione e marketing Wpp, ha analizzato le principali tendenze che ridefiniranno il rapporto tra marche e persone. Sono tre in particolare le sfide con cui le aziende che vogliono restare al passo dovranno fare i conti.

1 - Da una buona user experience a un "emotional journey" memorabile
Dell'assenza di attrito e discontinuità all'interno della user experience si è ormai già parlato abbastanza. Per differenziarsi dal 2019 in poi non basterà più avere un'app ben funzionante e fluida, bisognerà distinguersi in termini di coinvolgimento emotivo. Il punto è focalizzarsi sui momenti chiave di contatto con il brand e renderli diversi, speciali, memorabili, veicolo d'identità.

Come sottolinea Antonio Marazza, General Manager di Landor Milano, conclude: “Le aziende passeranno dall'ideazione di ‘user experience’ efficienti ma spesso indifferenziate a ‘emotional journey’ espressivi della personalità di marca per creare esperienze sempre più legate alla vita delle persone. Questo impatterà su tutti settori, e su alcuni in particolare come quello dello sport, dove le tecnologie rendono ormai possibile coinvolgere gli spettatori attivamente nel gioco.”

Un esempio? La catena di caffetterie californiana Blue Bottle Coffee, che ha trasformato l'attesa per il caffè fresco (filter coffee) in una performance artistica dal vivo (in foto), traendone tutti i dovuti riconoscimenti per la migliore "coffee experience statunitense".

2 - La generalizzazione di genere
Il concetto di gender sta diventando sempre più aperto e inclusivo. Ne deriva che un numero crescente di aziende si allontanerà da prodotti concepiti e comunicati strettamente "per lui" o “per lei”. I ruoli di genere continueranno a sfumarsi e mescolarsi, tanto da rendere il gender una categorizzazione sempre meno utile per molte marche. Molto meglio, secondo gli esperti del report, abbracciare la neutralità e focalizzarsi su un "design socialmente consapevole e responsive".

3 - L'alleanza tra marketing e risorse umane
Come evidenzia Stuart Sproule, presidente Landor Americas: "Il 2019 è l'anno in cui gli importanti cambiamenti che si sono sviluppati nella società negli ultimi mesi e anni saranno accelerati e concretizzati dai brand più innovativi. In questo processo i responsabili delle funzioni marketing e risorse umane si abitueranno a lavorare sempre più in modo integrato, come veri e propri motori del cambiamento". Un'evoluzione che risponde alla crescente integrazione tra customer experience ed employee experience. Il coinvolgimento e la soddisfazione dei dipendenti, così come la loro fedeltà e permanenza in azienda, sono punti sempre più cruciali anche in ambito di marketing e innovazione.

Ne deriva che tutte le aziende dovranno sempre più diventare in senso ampio "wellness company", ovvero aziende di benessere. Come si legge nel report: "I brand di tutti i settori dovranno cercare di integrare la salute e il benessere dei dipendenti, dei clienti e delle loro famiglie nella loro offerta".

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome