A furor di packaging il consumatore nota soprattutto la grafica

Beverage Succhi e nettari –

Poliaccoppiato, bottiglie in
Pet o di vetro, lattine o pouche
sono gli imballaggi più diffusi
nel comparto dei succhi. Ma,
al di là del materiale, il consumatore
nota soprattutto la grafica.
Lo conferma il recente caso Tropicana.
Pepsi è stata costretta
a rinunciare alla nuova immagine
di questo prodotto di punta
e a ripristinare la precedente. Per
mesi i fedelissimi del brand hanno
inondato i blog con le loro proteste
sul restyling, non gradito
perché colpevole di aver trasformato
la confezione conferendo al
A furor di packaging il consumatore nota soprattutto la grafica
prodotto un’immagine eccessivamente
frugale e generica ma, cosa
ancor peggiore, di aver indotto
in errore i consumatori rendendo
difficile distinguere le 15 ricette
in commercio. Pepsi è stata così
costretta a una clamorosa marcia
indietro e, a metà febbraio, ha
annunciato il ritorno del vecchio
look, basato sulla classica arancia
da cui esce una cannuccia.

La ricerca
Lo sviluppo packaging è oggi impegnato
anche sul fronte della sostenibilità
di prodotto e produzione Termini come Life Cycle Analisys e
carbon footprint stanno entrando
nel linguaggio comune. Non stupisce
pertanto che un colosso
come Coca-Cola abbia deciso di
investire 400.000 dollari nella
creazione di un nuovo “Center for
packaging innovation and sustainability”
in collaborazione con la
Msu - Michigan State University
di East Lansing, MI. Il centro, ospitato
presso la School of Packaging
della Msu, vuole essere una fucina
d’ idee per un’innovazione incentrata
sulla sostenibilità nonché un
laboratorio in cui misurare l’ipotetico impatto ambientale degli
imballaggi progettati. Saranno
condotte ricerche aperte a più
realtà aziendali e ricerche riservate
al Gruppo Coca-Cola. Raggruppando
intorno a sé le risorse
e l’esperienza dell’università e dell’industria
in materia di progettazione
e d’industrializzazione del
packaging, il centro sarà in grado
di affrontare i temi della sostenibilità,
di scoprire soluzioni operative
dal punto di vista ambientale
ed economico e di considerare
nuovi modi per gestire l’impatto
ambientale lungo l’intera filiera.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here