BC Partners acquisisce Bindi nella pasticceria surgelata

Valutato un forte potenziale di crescita. La famiglia fondatrice continuerà ad avere un ruolo apicale nel management dell'azienda

BC Partners, una delle principali società internazionali di investimento, continua a puntare sul settore dolciario in Italia e, dopo l’acquisizione di Forno d'Asolo nel 2018, ha raggiunto un accordo per acquisire Pasticceria Bindi, produttore e distributore nei prodotti di pasticceria surgelati in Italia e all'estero.
BC Partners sosterrà un piano di ulteriore sviluppo per Bindi, che prevede una crescita dei ricavi grazie alla continua espansione internazionale, l'ampliamento della gamma di offerta e il lancio di nuovi prodotti di pasticceria, ma anche la crescita per linee esterne, consolidando il settore attraverso acquisizioni strategiche in Italia e all’estero.
Stefano Ferraresi, partner di BC Partners, ha commentato: "Bindi è leader da lungo tempo nell'interessante mercato italiano della pasticceria surgelata, con un brand prestigioso, unico nel mercato, e clientela fidelizzata. La società ha inoltre sviluppato una forte presenza all’estero grazie all’elevata qualità dei prodotti offerti e alle reti distributive locali, in particolare negli Stati Uniti. Vediamo un forte potenziale di crescita, rafforzando il rapporto con i partner distributivi in Italia e all’estero e investendo nello sviluppo del marchio a livello internazionale. La famiglia Bindi ha costruito un’azienda con un lungo percorso di successo che dura da oltre 80 anni; il nostro obiettivo è tutelarne la tradizione ed investire nel suo entusiasmante futuro".
Bindi continuerà ad essere gestita da Roberto Sala, direttore generale della società dal 2014, mentre Attilio Bindi, amministratore delegato, rimarrà con funzioni strategiche anche per lo sviluppo dei mercati internazionali, e ha commentato così l'operazione: "L’azienda Bindi, dalle fortissime radici italiane, ha trovato in BC Partners l’interlocutore ideale per avviare un’alleanza strategica volta ad assicurare la continuità di uno dei più prestigiosi marchi del food italiano, nonché uno sviluppo internazionale idoneo a garantirne la massima competitività".

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome