Dalla ricerca Best Workplace, di Great Place to Work Italia, emerge che gli aspetti più importanti per i lavoratori sono i temi legati al benessere personale

Da Lidl Italia per la gdo a Mars e Mellin per l'alimentare, passando per tanti altri player e settori. Anche nel 2019 è arrivato l'appuntamento con l’indagine di Great Place to Work Italia, che  per il 18° anno consecutivo ha presentato la classifica Best Workplace, che riunisce le 50 migliori aziende in Italia dal punto di vista dell’ambiente di lavoro.

 

 

Oltre 40.000 dipendenti coinvolti, mentre per stilare il ranking (nell'immagine sopra) è stato utilizzato il Trust Index, l’indice sintetico determinato dalla media delle percentuali di risposte favorevoli a tutte le domande del relativo questionario.

Dalla ricerca emerge che gli aspetti più importanti per i lavoratori sono soprattutto i temi legati al benessere personale: nei Best Workplace, infatti, i feedback positivi sono più alti per quanto concerne la serenità delle ore passate in ufficio (76%, contro il 47% delle non certificate), la sensazione di lavorare in un ambiente familiare (81% vs 51%), la possibilità di vivere la giornata insieme ai colleghi con il sorriso sulle labbra (78% vs 49%) e di riscontrare nella quotidianità un buon equilibrio fra vita lavorativa e personale (75% vs 46%).

 

 

Non solo. Nelle aziende in cui si vive in maniera eccellente le persone dimostrano ogni giorno di essere molto più attente le une verso le altre (78% vs 49%) e sono guidate da datori di lavoro che offrono benefit particolari (78% vs 43%) e riconoscimenti speciali sulla base delle performance lavorative (67% vs 37%).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome