Bio sempre in crescita

Gli opinionisti di Mark Up (da Mark Up n. 257)

Assobio, l’associazione nazionale  delle imprese di trasformazione e distribuzione dei prodotti biologici, su dati Nielsen-Ismea del 2016, stima un altro ( dopo il 2015) 20% di crescita del mercato dei prodotti biologici: una buona notizia. Nel 2016 il 74% delle famiglie italiane hanno acquistato dei prodotti biologici: qualcosa come 1,2 milioni di famiglie in più rispetto al 2015. Sul sito di Assobio (assobio.it) si può leggere una interessante analisi dei dati più recenti sui consumi dei prodotti biologici, dove tra l’altro si afferma: “Sono dati di cui il retail non può non tener conto e che impongono strategie per cogliere una grande opportunità e intercettare la domanda crescente. Ma non basta ampliare l’assortimento: oltre a una visione di category, un’offerta coerente e una comunicazione adeguata, è necessaria la massima cura nel garantire l’integrità e la fiducia del consumatore, il patrimonio più significativo del mercato biologico”. La fiducia, se tradita, allontana qualsiasi persona, consumatore o meno. Per questo a fronte di una crescita del mercato bio, deve crescere l’attenzione e la sorveglianza in Italia e in Europa su quanto viene commercializzato con questo marchio. Al Mipaf si discute di un’etichetta “bio italiano”, mentre in Europa si cerca di trovare un sistema comune di certificazione. Dal mese di marzo inoltre, dovrebbe entrare in funzione un sistema di controllo di tutte le transazioni del biologico in Italia, comprese le importazioni dall’estero. Sono passi fondamentali per evitare truffe e furberie di vario genere, tipo quelle denunciate a suo tempo dalla trasmissione Report.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here