Birra: approvazione di SabMiller alla maxi-fusione

A-B-InBev-SABMiller-Brands_091715La megafusione da 104 miliardi di dollari tra SabMiller (che controlla Peroni) e Ab InBev (il primo produttore di birra al mondo) prende corpo dopo che gli azionisti della società britannica hanno approvato l'accordo con il 95,46% dei voti superando la soglia minima posta al 75%. Lo ha comunicato SabMiller concludendo il processo per la fusione iniziato un anno fa.

Il colosso dovrà cedere tutte le attività di Sab Miller negli Stati Uniti, mentre per il via libera dell'antitrust europeo, Ab Inbev (cui fanno capo marchi come Stella Artois, Beck's e Foster) ha dovuto vendere alcuni brand europei di SabMiller come Peroni e Grolsch alla giapponese Asahi. Annunciata, inoltre, la decisione di disfarsi di tutte le attività di Sab Miller in Europa centrale e orientale. Per ottenere il benestare dalla Cina, Ab Inbev ha accettato di vendere il 49% che SabMiller ha nelle Snow Breweries, il più importante produttore di birra di Pechino.

Da una nota di InBev si apprende che il nuovo gruppo sarà denominato Anheuser-Busch InBev SA/NV e di conseguenza sarà ridenominata Newbelco SA/NV.

L'accordo verrà perfezionato il 10 ottobre.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here