Bofrost, nuova sede ad Arezzo per servire 14.000 clienti

Inaugurata a Civitella Val di Chiana (loc. Pieve al Toppo) la struttura, di nuova costruzione, dove lavorano più di 40 persone e sono previsti nuovi inserimenti

Bofrost continua a crescere nel territorio di Arezzo e trasloca in una filiale di nuova costruzione, più funzionale e spaziosa, pronta a sostenere i piani di espansione dell’azienda e a ospitare nuovo personale.

 

 

Lasciato la precedente sede di Arezzo, in via Calamandrei, l’azienda si è spostata a Civitella Val di Chiana, in via Galileo Galilei 15 (loc. Pieve al Toppo): qui il 7 novembre è stata ufficialmente inaugurata la nuova filiale che serve 14mila famiglie del territorio e dove lavorano attualmente 42 persone fra addetti alla vendita, promoter, magazzinieri e personale amministrativo e direttivo.

“Su Arezzo negli ultimi anni abbiamo avuto una forte espansione -commenta l'amministratore delegato di Bofrost Italia Gianluca Tesolin–. La clientela locale è in crescita e così il fatturato, che prevediamo raggiunga a fine anno i 5,7 milioni di euro, +4% rispetto all’anno precedente. Per meglio servire la clientela locale abbiamo quindi scelto di costruire a Civitella Val di Chiana una nuova sede, più efficiente e meglio organizzata dal punto di vista logistico, nonché ecosostenibile, perché alimentata da un impianto fotovoltaico”.

 

 

Anche nella nuva sede di Arezzo Bofrost implementa la soluzione EY OpsChain Traceability, ovvero la tecnologia Blockchain applicata ai surgelati.Questa permette a ognuno degli attori della filiera di registrare le proprie informazioni, senza alcuna possibilità di alterare i dati dall’esterno. Il tutto poi viene mostrato ai consumatori in modo semplice e immediato: inquadrando con lo smartphone il QR code sulle confezioni, o inserendo il codice sul sito, si arriva sulla pagina web che racconta tutta la storia del prodotto, dalla sua origine ai vari passaggi della catena produttiva, fino al suo arrivo nel piatto. Per il momento sono interessate le confezioni di filetti di merluzzo nordico e spicchi di cuore di carciofo, ma si prevede di allargare la tracciabilità ad una più ampia gamma di prodotti.

Crescendo Bofrost crea anche occupazione. La filiale di Arezzo prevede di inserire nel giro di un anno fino a 7 nuove persone fra venditori (che si occupano della vendita dei prodotti Bofrost al domicilio di clienti fidelizzati) e promoter (che si occupano della promozione del servizio e del prodotto presso potenziali clienti).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome