Bufala Punto Eat, nuovo franchising su Ape Car

La moda dello "street food", il cibo consumato subito su strada, sembra dilagare, soprattutto nelle grandi città. Un altro operatore che si sta affacciando sul mercato è Bufala Punto Eat, un franchising con Ape car, un mezzo ormai familiare di vendere e proporre soluzioni ristorative, dalla gelateria alla piadineria.
In qualità di franchisor, Bufala Punto Eat mette infatti a disposizione di tutti i foodies sia il prodotto –le mozzarelle del Cilento, zona montuosa della Campania in provincia di Salerno, dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco– sia il veicolo, l’Ape Car, personalizzato.
Le specialità offerte da Bufala Punto Eat, tutte provenienti dal Cilento, sono stuzzichini con bocconcini di mozzarella, bresaola, formaggio stagionato, tutti realizzato con latte di bufala, accompagnati da vini Igt e birre artigianali sempre del Cilento. Per chiudere lo yogurt di bufala con frutta fresca.

 

 

UnknownIl franchising
Ai partner che vorranno aderire al progetto di franchising proposta da Bufala Punto Eat, saranno offerti, appunto, i prodotti e l’Ape Car marchiata Bufala Punto Eat, già dotata di banco frigo, affettatrice, forno a microonde, e registratore completo dotato di tablet.
Ogni Ape Car avrà in esclusiva un’area di vendita dove poter avviare eventuali collaborazioni con ristoratori e commercianti. L’avvio di questa attività non richiede un grandissimo investimento: bastano solo 5.000 euro per lo start up. Beh, tenta...

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome