Case history: come Orogel ha migliorato il posizionamento social

Il brand ha avviato nel 2018 un nuovo lavoro strategico sui canali insieme a Blogmeter, dopo un'analisi aggregata dei dati. Ecco i risultati

Vi abbiamo già parlato di come oggi nessun brand, grande o piccolo, sia un'isola. Per competere nell'arena odierna servono infatti ecosistemi di partnership con durata e orientamento diversi, ma sempre volti a rispondere ai propri "gap" di business riducendo investimenti e rischi associati.

 

 

A fare da case history interessante in questo senso è la collaborazione tra Orogel e Blogmeter partita nel 2018 e di cui oggi analizziamo i risultati.

 

 

L'OBIETTIVO
Due anni fa circa il brand di surgelati si è rivolta a Blogmeter con l’esigenza di comprendere il sentiment sui social dopo l’avvio dei canali proprietari e per avere un’analisi aggregata dei dati a sua disposizione allo scopo di migliorare il proprio posizionamento.

L'ANALISI

Blogmeter è ricorsa a Market Arena per delineare il nuovo scenario competitivo focalizzato sul mondo dei surgelati nel panorama italiano, fornendo al brand dei suggerimenti per sviluppare strategie efficaci. Nella Market Arena sono state analizzate, inter alia, le performance social di Orogel e dei competitor (engagement e conversazioni generate) e gli argomenti più discussi: ad esempio, è emerso come Buitoni risultasse essere il brand più discusso in relazione a tematiche legate al glutine, mentre Findus per le sue proposte di ricette pubblicate sulla propria pagina Facebook. Orogel, che risultava essere il brand con la più alta percentuale di citazioni associate alla qualità, emergeva in termini di aspetti nutrizionali, grazie alle conversazioni generate da influencer o da magazine dedicati all’alimentazione salutare.

Inoltre, dai dati emersi, è stato possibile associare ciascun brand a un capo semantico di cui riprende i codici semiotici: Findus può essere considerato il marchio “tentatore” per la golosità dei suoi prodotti ricettati, accompagnati da grafiche “ingolosenti”; Buitoni risponde ai codici del “salva-cena”, grazie a proposte che consentono di mettere in tavola un pasto invitante in poco tempo; Bonduelle è il brand “comodo”, grazie alle verdure fresche o surgelate già lavate e pronte da cuocere; Orogel, infine, è il marchio “salutare”, che offre prodotti facili da preparare, come le zuppe, pronti in poco tempo ma con una forte connotazione orientata al benessere e alla leggerezza.

LA STRATEGIA

Per migliorare ulteriormente il posizionamento del marchio, Blogmeter ha fornito a Orogel una serie di insight su diverse tematiche: proporre sui propri canali social ricette a base di prodotti Orogel, affiancate da tutorial per la loro preparazione, puntare ancora di più su argomentazioni focalizzate su temi healthy, adottare un community management attivo e coinvolgente, con inviti più frequenti a visitare il sito web, utilizzare un tone of voice amichevole ma autorevole, dando inoltre importanza ai formati grafici di presentazione dei contenuti.

I RISULTATI

L'adozione della strategia sopra menzionata ha portato, in circa due anni, a un miglioramento del posizionamento del marchio secondo quanto rilevato anche i dati della Market Arena condotta nel 2020 da Blogmeter. In particolare, Orogel è diventato il secondo brand più discusso del panel ed è riuscito ad aumentare il buzz sui canali non proprietari, grazie alle collaborazioni con influencer coerenti con il codice semiotico del brand e a pagine social di settore. Orogel ha anche ottenuto risultati soddisfacenti in particolare su Instagram, divenendo la best practice del panel di aziende analizzato.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome