Caseificio Comellini specialista dei freschi da cinquant’anni

Il core business aziendale sono i formaggi freschi, in particolare lo Squacquerone di Romagna Dop

Il Caseificio Comellini nasce nel 1969 a Castel San Pietro Terme come azienda familiare creata dai fratelli Roberto e Sergio Comellini. Oggi, a cinque decenni di distanza, è un moderno stabilimento caseario con 34 dipendenti, guidato da Luca Comellini (figlio di Roberto) con un fatturato attuale di 9 milioni di euro, in crescita da diversi anni con un aumento pari a circa il 2% all’anno. La sua produzione si concentra sui formaggi freschi tra cui la Casatella, lo Stracchino degli Angeli, il formaggio Castel San Pietro, la Mousse di Latte e il Raviggiolo, con l’aggiunta recente di una speciale linea senza lattosio (<0,01%) realizzata con caglio vegetale.

 

 

Il focus della produzione casearia dell’azienda è, però, lo Squacquerone di Romagna Dop, di cui il Caseificio Comellini è storico produttore, oltre che uno tra i promotori delle iniziative che hanno condotto all’adozione del disciplinare di produzione portato a compimento nel 2012 e che prevede l’utilizzo di latte vaccino intero raccolto nella zona geografica tipica, di fermenti lattici (batteri lattici autoctoni) aggiunti sotto forma di innesto naturale, caglio e sale. Il latte è fondamentale per aggiungere allo Squacquerone la tipica nota erbacea che si unisce al classico sapore dolce-acido e lo rende complemento perfetto al gusto di un altro prodotto tipico di Romagna, la piadina, della quale è infatti una delle farciture più comuni.

L’azienda ha recentemente partecipato alla 32esima edizione del World Cheese Award, il premio di riferimento internazionale per l’eccellenza casearia, tenutosi lo scorso ottobre nel corso della manifestazione Forme e in contemporanea alla prima edizione del format fieristico B2Cheese. In questa occasione lo storico caseificio di Castel San Pietro Terme è stato premiato con la medaglia d’oro nella categoria semi duri a latte vaccino (unico oro in questa categoria), per il suo Castel San Pietro, caciotta dalla caratteristica consistenza morbida e dal sapore delicato; e con la medaglia di bronzo nella categoria formaggi freschi a latte vaccino, per il suo Stracchino degli Angeli,gustoso formaggio molle da tavola, mantecato e dal delicato sapore di latte appena munto.

 

 

"La nostra linea –ha dichiarato l’Ad del caseificio, Luca Comellini- comprende oltre 29 prodotti, tra tradizionali, senza lattosio e Dop, che stanno avendo un grande successo sul mercato, grazie all'impiego di ingredienti genuini, tra tutti il latte vaccino fresco, che lavoriamo artigianalmente e giornalmente con l'utilizzo delle più moderne tecnologie di trasformazione".

Caseificio Comellini è virtuoso anche sul fronte dell’attenzione all’ambiente, una cura costante e orientata al miglioramento dell’impatto dell’azienda in termini soprattutto di scarti di lavorazione, che vengono sempre riutilizzati per l’alimentazione zootecnica e la produzione di biogas.

Le eccedenze produttive, inoltre, non vengono mai inutilmente smaltite ma valorizzate e conferite al Banco Alimentare, fondazione che promuove il recupero delle eccedenze alimentari e la redistribuzione alle strutture caritative.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome