Centri commerciali, Italia al 4° posto in Europa per aperture 2016

Westfield diventerà il più grande centro commerciale in Europa con l'ampliamento previsto di 70.000 mq
Secondo "European Shopping Centre Development Report" di Cushman&Wakefield, in Europa apriranno 8,1 milioni di mq di nuovi centri commerciali tra la seconda metà 2016 e tutto il 2017. L'Italia è il secondo paese europeo dopo la Francia per aperture nel 1° semestre 2016

Secondo una ricerca condotta da Cushman & Wakefield, circa 8,1 milioni di mq di nuovi centri commerciali apriranno in Europa tra la seconda metà del 2016 e tutto il 2017. Il report sullo sviluppo di centri commerciali in Europa (European Shopping Centre Development Report) evidenzia un’accelerazione dell'attività dopo un primo semestre 2016 piuttosto debole, durante il quale sono stati completati 1,3 milioni di mq di nuovi spazi, -7% rispetto allo stesso periodo 2015. Il 40% dei centri commerciali ultimati si concentra in Russia e in Turchia.
L’Italia, con l’apertura de Il Centro ad Arese ad aprile 2016, è al 4° posto con 93.000 mq di nuova Gla completata nel primo semestre. Nel secondo, spicca l’apertura di Elnòs Shopping a Roncadelle, il secondo centro commerciale di Ikea Centres in Italia che, con una superficie complessiva di 88.000 mq, è il più grande della provincia di Brescia.
Se tutta la superficie prevista nel continente europeo sarà consegnata in tempo, il totale dei centri commerciali passerà da 156,3 milioni di mq (fine primo semestre 2016) a 164,4 milioni di mq per la fine del 2017.
“È un momento particolarmente interessante per lo sviluppo di centri commerciali -commenta Justin Taylor, Head of Emea Retail di Cushman & Wakefield-. Le proprietà si impegnano più che nel passato per comprendere motivazioni e comportamenti di acquisto, e incrementare i motivi di interesse verso i nuovi centri, dal punto di vista soprattutto esperienziale. Questo spiega l'importanza della ristorazione e delle attività leisure per incrementare il flusso di visitatori, il tempo di permanenza e i fatturati”.

Nel 2016 quasi 2 milioni di mq in Europa Occidentale
In Europa Occidentale si prevede l’aggiunta di 1,4 milioni di mq nel 2° semestre del 2016 che con queste aperture triplicherà quasi la superficie inaugurata nel primi 6 mesi, portando il totale 2016 a 1,9 milioni di mq, con incremento del +25% rispetto al 2015.
Altri 1,7 milioni di mq sono attesi nel 2017.
La Francia domina la pipeline con 800.000 mq di superficie commerciale in consegna entro fine 2017, di cui 140.000 mq nella regione di Parigi.
Lentezza nella pianificazione e difficoltà legate alla realizzazione di nuovi centri nell’Europa Occidentale spiegano l'aumento nel mumero degli ampliamenti, la cui superficie salirà al 40% del totale nel 2017.
Il principale ampliamento è in Regno Unito: con l’aggiunta di 69.000 mq di superficie Westfield London supererà i 230.000 mq di Aviapark, a Mosca, diventando così il più grande centro commerciale in Europa.
Gli investimenti in centri commerciali nell’Europa Occidentale hanno raggiunto i 6,6 miliardi di euro nel primo semestre 2016, con un calo del 55% dovuto ai minori volumi registrati nei mercati "core" dei centri commerciali: Francia, Regno Unito e Germania.

I Megaprogetti in Russia e Turchia
Sempre nel 2° semestre 2016, in Europa Centrale e Orientale si prevedono 2,4 milioni di mq di nuovi centri commerciali e di 2,6 milioni di mq nel 2017.
La Russia, nonostante la congiuntura economica negativa in atto nel paese, guida la classifica con 2,3 milioni di mq in consegna entro fine 2017: fra i progetti spicca Vegas III a Mosca (119.467 mq).
Nel 2017 si prevede anche l'apertura del gigantesco Emaar Square (150.000 mq) in Turchia, mercato nel quale valori demografici e incremento dei consumi trainano lo sviluppo di nuovi centri commerciali, pur a fronte della maggiore cautela dei promotori dovuta ai problemi geopolitici della regione.
Un altro importante progetto, il Posnania (100.000 mq), è stato inaugurato a Posnan, in Polonia nel secondo semestre del 2016.

Capitale investito: la metà di quello registrato nel 2015
In tutta Europa il capitale investito nel settore dei centri commerciali ha raggiunto 8,5 miliardi di euro nel 1° semestre 2016: una cifra in apparenza notevole, eppure è il 50% in meno di quanto investito nello stesso periodo del 2015.
Gli investitori con disponibilità di capitali e volontà di investirli si sono rivolti sempre più ai paesi dell'ex Patto di Varsavia per trovare quelle opportunità, soprattutto di progetti prime, sempre più carenti nel versante occidentale.
I paesi dell’Europa centrale e orientale sono cresciuti del 20% anno su anno nel volume degli investimenti giunti a quota 1,9 miliardi di €, di cui il 50% riferibile alla Polonia (928 milioni).
La diminuzione di interesse degli investitori per Russia e Turchia si riflette palesemente nel fortissimo calo (rispettivamente -79% e -93%) delle transazioni anno su anno.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here