Chiesi: controllo dei risultati ambientali e sociali, oltre che economici

La multinazionale farmaceutica, già Società Benefit, ha ottenuto la certificazione B Corp, che ne attesta gli alti standard sociali e green raggiunti

“La nostra mission è prenderci cura delle persone, dei pazienti in primis, per migliorarne la qualità di vita. Diventare un’azienda B Corp ha rappresentato un’evoluzione naturale della nostra tradizione e dei nostri valori”. Con questa parole Maria Paola Chiesi, Shared Value & Sustainability Head di Gruppo Chiesi, spiega le ragioni che hanno permesso alla multinazionale farmaceutica di ottenere la certificazione B Corp, riconoscimento di alti standard sociali e ambientali rilasciato da B Lab, ente non profit indipendente e internazionale.

 

 

La certificazione, conseguita a giugno 2019, è stata possibile anche grazie all’integrazione, nella strategia di business di Chiesi, di alcuni selezionati SDGs (Sustainable Development Goals, “obiettivi di sviluppo sostenibile”) promossi dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.
Diventare un’azienda B Corp implica che le attività e l’impatto ambientale e sociale di Chiesi, tanto quanto i risultati economici, siano misurati con continuità. Per qeusto il Gruppo si è impegnato a rispettare elevati livelli di sostenibilità sociale e ambientale. Ha quindi reso pubblico il punteggio ottenuto attraverso il B Impact Assessment, lo strumento di analisi della performance aziendale più diffuso al mondo e adottato da oltre 100.000 aziende in 71 paesi.

 

 

La multinazionale, già a dicembre 2018, è diventata Società Benefit, in modo da inserire questi concetti di crescita sostenibile anche nel proprio statuto. Mentre le società tradizionali, infatti, esistono con l’unico scopo di distribuire dividendi agli azionisti, le società benefit sono espressione di un paradigma più evoluto: integrano nel proprio oggetto sociale, oltre agli obiettivi di profitto, lo scopo di avere un impatto positivo sulla società e sulla biosfera.

Chiesi Farmaceutici, con sede a Parma, è un gruppo internazionale presente in 29 Paesi. L’azienda, che conta circa 6.000 dipendenti, ricerca, sviluppa e commercializza farmaci innovativi nelle terapie respiratorie, nella medicina specialistica e nelle malattie rare.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome