Coca-Cola HBC Italia è top employers per il terzo anno consecutivo

Coca-Cola HBC Italia ha ottenuto anche nel 2018 la certificazione Top Employers Italia da parte del Top Employers Institute, che certifica a livello globale l’eccellenza delle condizioni di lavoro messe in atto dalle aziende. Il riconoscimento arriva per il terzo anno consecutivo e conferma l’impegno di Coca-Cola HBC Italia in 5 categorie, 2 in più rispetto allo scorso anno: infatti l’azienda oltre a continuare a distinguersi per Strategia dei TalentiPianificazione della Forza Lavoro Cultura Aziendale, quest’anno vede premiati i suoi sforzi anche in Gestione delle performance e Gestione delle carriere e successioni.

 

 

“Siamo orgogliosi di essere Top Employers Italia per il terzo anno consecutivo - conferma Emiliano Maria Cappuccitti, direttore risorse umane di Coca-Cola HBC Italia. In particolare sono contento nel veder premiati gli sforzi nel valorizzare il talento, interno o proveniente dal mercato del lavoro e per la creazione di una cultura aziendale in grado di supportare le persone nella gestione dell’equilibrio tra vita privata e professionale: in questo contesto si inserisce la possibilità di lavorare in smart working compatibilmente con il proprio ruolo, o  il programma MAAM - Maternity as a Master che valorizza il potenziale formativo dell’esperienza genitoriale”.

L’azienda ha erogato quasi 60.000 ore di formazione nel corso del 2016 e l’impegno profuso nell’offrire un luogo di lavoro sicuro ha portato una riduzione degli infortuni del quasi 44% rispetto al 2015. Le persone sono centrali per l’azienda che per questo è costantemente impegnata sia nella ricerca dei migliori talenti sul mercato del lavoro, con iniziative dedicate ai neo-laureati come il Management Trainee Program, sia nel favorire lo sviluppo dei dipendenti che manifestano il desiderio di crescere in azienda e che mostrano un alto potenziale, attraverso programmi come il Fast Forward.

 

 

Per ottenere la certificazione, Coca-Cola HBC Italia ha preso parte ad un iter di valutazione approfondito – HR Best Practices Survey – e, a garanzia della validità del processo di ricerca, le sue risposte sono state sottoposte alla doppia revisione del Top Employers Institute e di una società di revisione esterna.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome