Così la generazione Z sta cambiando il mondo influencer

L'epoca dei grandi influencer di prima generazione pare sul viale del tramonto. Gli utenti più giovani, spiegano gli esperti, in quanto a popolarità preferiscono i loro pari, che in rete pullulano e scalzano la vecchia leva)

Non è che gli influencer stiano proprio morendo. Diciamo più che altro che l'epoca del primo e massimo splendore, quella dove pochi raccoglievano l'ammirazione di molti, sta volgendo al termine in favore di un nuovo periodo. I volti cambiano e il parterre si frammenta. Questo a causa dei più giovani della generazione Z, quella dopo i Millennials (che ormai dovremmo considerare quasi tutti adulti).

"Mentre le generazioni precedenti tendevano infatti a guardare ai gruppi di influencer più anziani, perché cercavano figure di tipo aspirazionali, la Gen Z guarda a persone della stessa età", spiega Bing Chen, ex capo dello sviluppo creativo di YouTube e fondatore di Bingdom Studios: "i più grandi creatori di contenuti su YouTube si trovano già messi da parte da giovani influencer che sono versioni più brillanti di loro".

Si tratta, insomma, della cosiddetta pressione dei/tra pari. Una dinamica già in atto e che gli esperti prevedono trasformerà completamente l'attuale ecosistema influencer, rendendolo anche più fluido e affollato.

Un singolo esponente della Gen Z consuma in media 68 video al giorno su YouTube, Snapchat e Instagram secondo un sondaggio condotto da Awesomeness e Trendera nell'estate 2017 (su utenti tra i 13 e i 17 anni). Il rapporto ha anche rivelato che la maggioranza (55%) di questo target non necessita di conoscere qualcuno di persona per sentirsi in contatto con lui.

Non stupisce, quindi, che gli esperti di marketing si stanno affrettando a cooptare i più giovani influencer. Lo scopo è quello di iniziare fin da ora a corteggiare una generazione che, secondo una ricerca Sparks & Honey Culture Forecast, in Usa entro il 2025 deterrà un potere d'acquisto di 44 miliardi di dollari.

No items found

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome