Come si interviene: contaminazioni con quantità note e successiva misurazione degli interventi di decontaminazione

Beverage Scenari –

Le scaglie sono state selezionate
in modo da separare il
Pet - derivante dalla triturazione
delle bottiglie - dalla plastica d’altra
natura, in particolare dal Pe
dei tappi. Si è poi valutata l’attitudine
del processo di trattamento a
decontaminare il Pet.
Le scaglie sono state contaminate
con quantità note di toluene,
fenolo, clorobenzene, limonene,
benzofenone, vale a dire con i contaminati
previsti dal documento
francese “Afssa - Saisine n°2001-
SA-0315”. Il materiale è poi stato
lavato utilizzando tensioattivi non
ionici e idrossido di potassio in
concentrazioni diverse, con temperature
e tempi diversi.
I risultati dopo il lavaggio sono
sintetizzati nella tabella a fianco.
Dopo l’essiccamento e la rigradazione
(riottimizzazione della
viscosità delle scaglie), i contaminanti
erano tutti scesi a livelli inferiori
a 0,05 mg/kg.
Il processo di disinquinamento
testato ha quindi avuto un’efficacia
di abbattimento dei contaminanti aggiunti superiore al 99%.
Le scaglie di recupero così trattate
sono state utilizzate per produrre
bottiglie a loro volta sottoposte a test di valutazione del
danno tossicologico e ad analisi
sensoriale per confronto con analoghe
bottiglie provenienti da granuli
di Pet vergine. Le due situazioni
non hanno presentato differenze
rilevanti.

Il Pet è il materiale plastico che
meglio si presta ai cicli di recupero
e decontaminazione, e il settore
beverage può e potrà sempre di
più usufruire di questa risorsa.
I risultati della ricerca sopra
descritta evidenziano la possibilità
di predisporre un processo
efficace di decontaminazione di
materie plastiche, avvalendosi di
istituti di ricerca capaci di validare
questi tipi di processo.

  Condizioni di lavaggio delle scaglie di Pet  
 
  Trattamento di lavaggio con tensioattivi non ionici + KOH 1 2 3  
  Durata trattamento (minuti)
45 50 80  
  Concentrazione del detergente
25 g/l 28 g/l 28 g/l  
  Temperatura lavaggio 85 °C 85/90 °C 90/95 °C  
  Confronto dell’efficacia dei tre trattamenti di lavaggio applicati  
 
  Composto
Concentrazione prima del lavaggio
Lavaggio in condizioni 1 abbattimento %
Lavaggio in condizioni 2 abbattimento %
Lavaggio in condizioni 3 abbattimento %
 
  Toluene
211 (± 21)
79,1
92,4
84,4
 
  Fenolo
360 (±36)
72,2
91,6
82,6
 
  Clorobenzene
368 (±37)
47,7
50,5
40,8
 
  Limonene
480 (±48)
87,3
93,5
90,0
 
  Benzofenone
320 (±32)
15,3
10,9
2,0
 
             
 
             
             

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here