Con Pedon arriva il fagiolo packaging

Un modello industriale circolare e moderno: dagli scarti della lavorazione dei legumi l'impresa realizza la prima carta per imballi alimentare e la estende alla sua produzione

di Laura Seguso

Arriva il fagiolo packaging: in casa Pedon i legumi diventano confezione. O meglio: ciò che non finisce nel packaging va a costituire l'imballaggio stesso. Save the Waste è il nuovo progetto etico di Pedon, coerente con il tema di EXPO 2015 - “Nutrire il pianeta - Energia per la vita”. Un progetto ad ampio respiro che riutilizza gli scarti vegetali e produce la prima carta per il packaging eco-sostenibile, 100% riciclabile, ottenuta dalla lavorazione dei fagioli, unica ad essere certificata per il contatto diretto con gli alimenti.

Dalle sementi all’astuccio stampato

  • fagiolo packagingAl progetto hanno collaborato anche due aziende vicentine, Favini e Lucaprint. Carta CRUSH Fagiolo è stata realizzata da Favini, azienda specializzata nella produzione di carte ecologiche e in particolare di CRUSH contenente sottoprodotti della filiera agro-industriale, che ha dato vita a questa nuova carta perfetta per il packaging Pedon. Di LucaPrint invece lo sviluppo della soluzione cartotecnica, un astuccio eco-sostenibile.
  • Il processo del fagiolo packaging inizia con la selezione delle sementi garantite NO OGM coltivate da migliaia di famiglie di agricoltori all’interno di programmi per lo sviluppo economico e agricolo, come l’accordo di coltivazione siglato nel 2013 da ACOS Ethiopia PLC, società del Gruppo Pedon, con due Unions, le cooperative agricole che lavorano nello stato di Oromia della Repubblica Federale di Etiopia.
  • Ed è dalla coltivazione alla lavorazione che gli scarti dei processi sono stati recuperati e impiegati nella produzione di una nuova carta chiamata carta CRUSH Fagiolo che riduce del 15% l’impiego di cellulosa vergine proveniente da alberi e diminuisce del 20% l’emissione di gas effetto serra. Il risultato è un astuccio certificato FSC e OGM Free, che può stare a contatto diretto con il prodotto, eliminando così la busta interna al pack, e che racchiude il 30% di fibra riciclata post-consumo.
  • Gli inchiostri ecologici e la finestra trasparente in PLA ottenuta sempre da scarti vegetali, rendono il fagiolo packaging eco-sostenibile e al 100% riciclabile. Inoltre, l’energia utilizzata lungo l’intero processo, dalla produzione della carta al confezionamento, proviene da fonte rinnovabile.

Luca Zocca, marketing manager rivela:

  • LucaZocca 2Questa nuova carta andrà man mano a vestire tutte le linee confezionate in astuccio della nostra gamma. Prima fra tutte sarà la Lenticchia Pedina.
  • Nel giro di qualche mese lo standard sarà di circa 200.000 pack stampati in carta CRUSH fagiolo
  • Questa carta in altra grammatura sarà utilizzata anche per stampare i materiali informativi e promozionali
  • La novità ha suscitato molto interesse nel mondo della gdo, per cui partirà a breve come private label
  • Gli scarti impiegati sono frutto della produzione Pedon e non è prevista un’integrazione di materiale proveniente da altre produzioni
  • Obiettivo è quello di poter impiegare altri scarti delle produzioni di legumi ulteriori per creare nuove tipologie di carte riciclabili. Il lavoro con Favini prosegue per studiare nuove possibili soluzioni di recupero e riciclo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here