Conserve di pomodoro bio: + 65% nell’ultimo triennio

Firmato un protocollo di intesa tra OI Pomodoro da industria del Nord e OI Pomodoro da industria Bacino Centro Sud Italia al termine di un convegno dedicato al pomodoro biologico nell’ambito del Cibus Connect a Parma

Nell’ambito del Cibus Connect, l’Anicav ha organizzato il convegno 'Il Pomodoro biologico italiano. Risultati e prospettive. Storie di successo a confronto'.

“Il mercato del bio in Italia - ha dichiarato Giovanni De Angelis direttore generale di Anicav - con un fatturato totale di 5,6 miliardi di euro, di cui oltre 2 derivanti dall’export, è in continua evoluzione e vede tra i prodotti maggiormente acquistati la frutta, gli ortaggi freschi e trasformati e i derivati dei cereali. In particolare, nell’ultimo triennio la produzione di pomodoro da agricoltura biologica destinato all’industria ha fatto registrare una crescita di circa il 65%. - ha proseguito De Angelis - a conferma dell’attenzione sempre crescente dei consumatori nei confronti dei prodotti che portano in tavola”.

Importanti gli interventi di quattro aziende produttrici di pomodoro biologico - Pietro Grimaldi, Columbus, Le due Valli e Pancrazio- che, attraverso il racconto e il confronto delle proprie esperienze imprenditoriali, hanno contribuito a tracciare un interessante quadro dello stato e delle prospettive future del mercato del pomodoro biologico in Italia.

Al termine del convegno, il presidente dell'OI Pomodoro da industria del Nord, Tiberio Rabboni, ed il presidente del OI Pomodoro da industria Bacino Centro Sud Italia, Guglielmo Vaccaro, hanno sottoscritto un Protocollo di Intesa teso a realizzare un coordinamento tra le due OI e a mettere in campo azioni strategiche condivise finalizzate all’efficientamento, all’integrazione e alla valorizzazione dell’intera filiera italiana del pomodoro da industria.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome